Natura, arte e gastronomia: la Varese da esportare

Sono cinque gli itinerari turistici individuati da quindici studentesse dell'Itpa Casula, premiate in Provincia. Il concorso lanciato dall'Etli, ente turistico legato alla Cgil

Se lo scorso anno aveste chiesto alle ragazze dell’Itpa Casula cosa pensassero delle bellezze turistiche della nostra provincia, avrebbero sicuramente storto il naso. «Roma, Venezia, Firenze: quelle sì sono città interessanti. Ma a Varese che c’è?»
A sei mesi di distanza, quelle stesse ragazze risponderebbero oggi con un giudizio positivo, quasi entusiastico.

Un miracolo? No, semplicemente un lavoro di ricerca fatto in occasione di un concorso lanciato dall’Etli ( l’Ente Turistico Lavoratori Italiani della Cgil che si occupa di promuovere un turisto sostenibile a prezzi contenuti)) per l’individuazione di itinerari turistici che abbinassero socialità e cultura, destinati a lavoratori .

Sotto la guida della professoressa Anna De Vito, che insegna all’Itpa Casula discipline turistiche, e al collega di storia dell’arte Marco Tomio, 9 studentesse di IVA Iter ( Roberta, Eleonora, Federica, Erika, Sara, Roberta, Stella, Maura e Liala - nella foto a fianco) e 6 di IIIB Iter ( Anastasia, Elisa, Veronica, Irene, Alessandra, Elisabetta) hanno elaborato cinque proposte per scoprire le bellezze del nostro territorio. ( nella foto sotto le ragazze di terza B)

«Abbiamo lavorato di pomeriggio – spiega la docente – in orario extrascolastico. Ci siamo rirovate e abbiamo iniziato ad elencare luoghi ed elementi che potevano avere un interesse turistico. Devo dire che alla fine la lavagna era piena di segnalazioni…».
Le ragazze, stupite loro stesse dalle tante opportunità, hanno iniziato ad individuare un filo logico che unisse i diversi luoghi.

Le studentesse di quarta hanno realizzato tre itinerari: Ville e giardini, Storia e cultura, il Liberty. Le compagne più giovani si sono buttate sulla degustazione offrendo due opzioni: il cioccolato e la birra, abbinando al primo la visita ai pasticceri più rinomati del territorio, pensandoper il secondo caso ad un itinerario artistico alla scoperta del Liberty.
Tutte e cinque le proposte sono state premiate in Provincia dall’Assessore all’edilizia scolastica Graziella Giacon , affiancata dall’assessore all’Istruzione Andrea Pellicini, e dal presidente dell’Etli Franco Azimonti con due assegni da mille euro ciascuno, che saranno divisi tra le partecipanti per coprire i costi di uno dei tanti viaggi di scambio all’estero in programma nei cinque anni di studio.
«L’intenzione è quella di riproporre tutti gli anni questo concorso – spiega Marco Azimonti, presidente dell’Etli – per contribuire a valorizzare i,l nostro territorio».
«Dopo questa prima esperienza – aggiunge Ivana Brunato, segretaria provinciale della Cgil – coinvolgeremo tutte le classi che in provincia si occupano di turismo. Ci rivolgeremo agli istituti polivalenti» ( nella foto la prof. De Vito, con alcune allieve dell’Itpa).

Il lavoro svolto in classe ha fatto cambiare idea alle giovani ricercatrici, tranne su un punto: «Varese offre davvero un po’ poco ai giovani. Magari, se si riuscisse ad organizzare una manifestaizone enogastronomica, a base di cioccolato o birra, abbinando qualche manifestazione musicale o di arte di strada, forse, in quel caso…. Già con i prossimo mondiali di ciclismo si potrebbe lanciare l’idea: prodotti locali ne abbiamo ( cioccolato, brutti e buoni, birra, grappa) artisti anche».

Varese 2008 è avvisata: in caso di bisogno le ragazze sono pronte.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.