«Niente panico, ma non si devono sottovalutare questi fatti»

Pochi curiosi intorno al luogo della sparatoria; mentre la Polizia procede ai rilievi, il sindaco Farioli, giunto sul posto, invita alla cautela e alla vigilanza

Una donna gambizzata in pieno centro città: ora Busto si interroga sgomenta di fronte a questo fatto di sangue, come di fronte ad altri che di tanto in tanto la investono. Nonostante l’ora di punta non era moltissima la gente che si è fermata al di là delle fettucce poste dagli agenti di Polizia di Stato e polizia locale per curiosare. Mentre calano le ombre della sera, qualche gruppo si ferma a chiaccherare, o guarda in silenzio; pochi residenti di via Roma rientrano frettolosi rasente i muri, apparentemente poco interessati, o forse solo già informati dell’avvenuto. Intorno, stupore quando riferiamo il fattaccio: si pensava forse ad una "normale" rapina.

L’unico che nei dintorni può dire qualcosa è Giuseppe, che lavora in una vicina boutique: non ha sentito spari nè visto nulla, ma ha avuto modo, pochi minuti dopo l’accaduto, di vedere la donna ferita, seduta a terra nell’agenzia immobiliare, telefonare di persona al 118 per essere soccorsa. Ha appena avuto modo di scambiare due battute prima che l’ambulanza, velocissima, arrivasse sul posto. «L’agenzia deve aver cambiato gestione da qualche tempo» riferisce, «prima c’era una signora che incontro ancora ogni tanto per strada, adesso una ragazza che prima non avevo mai visto».

Il sindaco Gigi Farioli, nell’imminenza del consiglio comunale – seduta a tema bilancio – si è fatto vivo sul posto. «Mi darebbero del diffamatore se dipingessi come preda della malavita organizzata una qualsiasi delle città di questa provincia – Busto o altre poco importa, fatti simili accadono e sono accaduti. Non spargiamo il panico fra la gente, ma non si deve neppure sottovalutare un reato di questo tipo; poi magari sarà anche un fatto isolato, o per ragioni personali. Ho fiducia nell’operato delle forze dell’ordine, ma quanto prima dovrò scrivere di nuovo a Roma perchè le potenzino adeguatamente, non solo a Busto, ma in tutta l’area della grande Malpensa».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.