Omicidio in pizzeria, una condanna e tre assoluzioni

La Corte d'Assise d'appello di Milano ha inflitto 16 anni a Raffaele Sorrentino, otto mesi per lesioni al fratello Fabrizio

Cinque ore in camera di consiglio e poi la Corte d’Assise d’appello di Milano ha deciso: 16 anni a Raffaele Sorrentino, otto mesi per lesioni al fratello Fabrizio, e assolto Giovanni Premazzi. 
Assoluzione anche per Marcello Monti che era accusato di tentata estorsione e  sequestro di persona.  Il fatto era avvenuto nel marzo di tre anni fa in una pizzeria di  Locate Varesino dove un ventiquatrenne, Giuseppe Nicosia,  fu ucciso con 13 coltellate. La vittima, insieme ad altre  persone, aveva fatto irruzione nel locale per punire i titolari,  i fratelli Raffaele e Fabrizio Sorrentino che vantavano un  credito nei confronti di un ex dipendente.
La pubblica accusa, rappresentata dal sostituto procuratore
generale Laura Bertolé Viale, aveva
chiesto 19 anni per i fratelli Sorrentino e 15 per  Premazzi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.