Ordinanza contro i rumori notturni, i fumatori stiano attenti

L'amministrazione di Lugano ha emesso un'ordinanza anti-schiamazzi notturni che deriveranno dai capannelli di fumatori all'esterno dei locali pubblici

Entra in vigore la legge contro il fumo nei locali pubblici e il comune corre ai ripari contro i possibili schiamazzi notturni che deriveranno dal fatto che i fumatori si riuniranno all’aperto per fumarsi una sigaretta. Dal 1° maggio 2007 entrerà in vigore l’Ordinanza municipale sulla prevenzione e repressione dei rumori molesti e inutili Il Municipio di Lugano ha elaborato l’Ordinanza municipale sulla prevenzione e repressione dei rumori molesti e inutili, che entrerà in vigore a partire dal 1° Maggio prossimo. Con essa, oltre che tener conto delle nuove realtà della Città e delle diverse modifiche legislative introdotte dall’ultima revisione, s’intende perseguire lo scopo di salvaguardare la quiete pubblica, in particolare in previsione dell’aumento dei rumori provocati dagli utenti dei locali pubblici, dopo l’entrata in vigore della legge contro il fumo.

L’Ordinanza contempla numerosi ambiti della convivenza civile tra cittadini, tra cui il traffico, i cantieri edili, i lavori di giardinaggio, le attività sportive e le manifestazioni all’aperto. Essa prevede, dalle ore 20.00 alle ore 07.00 del mattino, il divieto di qualsiasi attività che disturbi la quiete notturna. Inoltre, attività o lavori rumorosi di qualsiasi genere sono vietati dalle ore 19.00 alle ore 07.00 e tra le ore 12.00 e le ore 13.00, mentre il sabato prima delle ore 09.00, tra le ore 12.00 e le ore 13.30 e dopo le ore 18.00. Ogni attività con rumori molesti è vietata la domenica e i giorni festivi. In alcuni casi il Municipio può concedere deroghe, ma solo su richiesta scritta. L’amministrazione invita tutta la cittadinanza a prendere visione dell’Ordinanza (scaricabile a partire da mercoledì 25 aprile dal sito: www.lugano.ch) e a tener conto che chi non la dovesse rispettare sarà passibile di una multa. Lo scopo ultimo di questa norma non è quello di limitare la libertà individuale, bensì di garantire la pacifica convivenza e la qualità di vita a tutti i cittadini.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.