Otto agnelli salvati dal “braccio della morte” pasquale

Un gruppo di ragazze ha acquistato gli agnellini ancora vivi dai macellai, donandoli all’agriturismo vegetariano Terra Libera

Sono pure belli cicciotelli, di quelli pronti per la Pasqua, gli agnellini “salvati dal braccio della morte” come forse un po’ pomposamente hanno annunciato  Alessandro Borgini ed Agostino Fanizzi, coordinatori delle Associazioni Animaliste della Provincia di Varese, da alcune ragazze varesine, che hanno letteralmente comprato otto agnellini a macellai della zona che stavano per farne carne pasquale. Una volta strappati al loro destino, gli otto cuccioli sono stati portati ad “adottare” in un agriturismo vegetariano di Azzio, il Terra Libera.

Galleria fotografica

Agnellini strappati alla Pasqua 4 di 7

«E’ un iniziativa davvero lodevole, anche se si tratta di una goccia nell’oceano – spiega Borgini – Spero che serva però a sensibilizzare l’opinione pubblica perché i veri cambiamenti in questo senso sono legislativi».

Il sessanta per cento del mercato degli agnelli è ovviamente concentrato nelle festività pasquali, e coinvolge animali anche piccolissimi, macellati a poche settimane di vita: non è stata però la sorte degli otto salvati, che vedete nella galleria fotografica: per loro, ora, la Pasqua infatti è davvero buona.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 aprile 2007
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Agnellini strappati alla Pasqua 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.