Partita la campagna di Confesercenti contro i centri commerciali

Affissioni in tutta la provincia da Varese a Gallarate, fino alle zone di confine

L’hanno detto in tutte le salse, che sono contro l’apertura di nuovi centri commerciali. Hanno mandato cartoline, indetto convegni, ribadito che per statuto nella loro associazione non ci sono rappresentanti della grande distribuzione.
Ora Confesercenti ha deciso letteralmente di attaccarlo sui manifesti: creando 4 poster diversi da attaccare sui muri della provincia,, che dicono no  al centro commerciale Ex Malerba a Varese, alla nuova Esselunga di Gallarate, al centro commerciale Bennet di Ponte Tresa e al centro commerciale delle ex ceramiche Verbano di Laveno. Tutti progetti non ancora diventati concreti, ma già approvati dalle amministrazioni.

Progetti che, secondo i rappresentanti di Confesercenti, non fanno che svuotare i paesi, anche quelli più turistici. «Ponte Tresa è un paese che si sta svuotando, ci sono solo sei negozi, si anima giusto il sabato quando c’è il mercato: l’unico momento in cui tornano pure gli svizzeri  – racconta per esempio Patrizia Furlan, che gestisce il Bar Caesar, a Lavena –  A Porto Ceresio è pure peggio: lì di negozi nel centro, che è pure un bel centro storico che merita di essere visitato, di negozio ce n’è uno solo, un fruttivendolo».

 

E Mauro d’Errico, che ha un bar a Laveno, insiste: «La situazione sta diventando assurda. Si rischia la desertificazione del centro di Laveno. Decisioni del genere sono incompatibili con il preteso rilancio di Laveno come località turistica: creare centri commerciali fuori dal paese non aiuta ala gente a visitare il paese. E questa è una contraddizione, e una responsabilità politica».

Questo dunque è ciò che Confesercenti cerca di contrastare con i manifesti. E il problema, secondo il presidente, Cesare Lorenzini «E’ che in campagna elettorale tutti sono contro i centri commerciali, ma poi quando sono al governo delle città nessuno vi rinuncia». E loro hanno deciso di tappezzare i muri di No.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.