PdCI: “Respinte le nostre proposte, andiamo avanti da soli”

Riceviamo e pubblichiamo il volantino che il PdCI cassanese sta diffondendo in città

Riceviamo e pubblichiamo il volantino che il PdCI cassanese sta diffondendo in queste ore in città: «I Comunisti Italiani sono impegnati da sempre e particolarmente oggi a ricercare l’unità della Sinistra all’interno dell’Unione. In qualunque appuntamento elettorale abbiamo agito con lealtà ponendo al centro i valori dell’unità. Cosi’ stiamo facendo a Cassano – spiegano i vertici del partito che candida Paolo Rossi alla carica di prim cittadino – anche se, dobbiamo affermare, cio’ che per noi è un punto fermo , non pare esserlo per altri. La nostra proposta di candidare per la Sinistra una persona che ha avuto una lunga militanza nel PCI e un impegno pubblico anche nei Verdi aveva finalità unitarie e ci pare azzardato aver affermato  il contrario per respingere la proposta. Con questa opposizione a nostro parere si è sottovalutata la possibilità di una forte proposta di Sinistra nell’ambito dell’Unione. Questa tuttavia continua ad essere la nostra linea e l’invito che avanziamo agli elettori perchè la Sinistra sia rappresentata in Consiglio comunale. Il nostro impegno va nella direzione di determinare una alternativa al fallimento delle Giunte a guida leghista. La lista del PDCI è rappresentata da Paolo Rossi – prosegue il comunicato -; siamo orgogliosi di questa scelta che bene rappresenta le nostre istanze e volontà di aggregazione unitarie che risponde alle attese degli elettori. Nel contempo è significativa per noi e per i cassanesi la candidatura di Renato Pagnan per la Provincia di Varese, nella coalizione dell’Unione. Questa precisazione ci pare necessaria nel momento in cui ci apprestiamo a condurre una campagna elettorale senza intendimenti polemici, valorizzando le risorse e i valori della Sinistra e volendo rappresentare, prima di tutto con capacità di ascolto e scelte trasparente, le aspettative e le esigenze dei concittadini». 

Eccoci, la partecipazione il nostro primo obiettivo

Secondo una concezione che appartiene storicamente alla sinistra, il Comune deve essere sempre dalla parte dei cittadini; deve promuovere e favorire un rapporto preventivo con gli stessi per rilevarne le necessità ed assumere le conseguenti scelte amministrative.

La partecipazione deve essere ovviamente estesa a momenti di verifica dei risultati ottenuti.

Per partire dalle esigenze della cittadinanza è necessario riattivare tutti gli strumenti e gli spazi di partecipazione democratica che il centrodestra cassanese ha, negli ultimi 15 anni, sottratto ai cittadini.

Il raggiungimento di questo obiettivo contribuirebbe ad avvicinare un numero maggiore di persone alla vita amministrativa e aiuterebbe l’Amministrazione Pubblica ad esercitare un maggiore e diffuso controllo sull’intero territorio comunale. 

Opere pubbliche: cos’è indispensabile 

Necessita una verifica del bilancio comunale con l’obiettivo di terminare i soli interventi già iniziati e non completati.

Le opere programmate, e non iniziate, dovranno essere verificate; lo scopo dichiarato è quello di evitare che, in questa situazione economica, l’Ente Locale proceda ad aumentare la pressione tributaria sui cittadini per realizzare opere la cui priorità non è stata preventivamente discussa con gli stessi. 

Tributi e tariffe: cosa volgiamo fare

- Azzerare l’ICI per la prima casa

- Ridefinire l’addizionale IRPEF (aumentata dalla destra dal 1 al 4,5 per mille)

- Ridurre le rette degli asili nido e delle scuole materne 

E’ possibile? CERTAMENTE SI 

- Eliminando gli sprechi

- Limitando all’indispensabile il ricorso agli incarichi professionali esterni

- Eliminando i contenziosi legali con i cittadini  

Per poterlo fare devi dare voce al partito dei Comunisti Italiani

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.