Penati incontra le associazioni e i sindacati sul tema della sicurezza

Il presidente della Provincia di Milano: “Sarà un momento di confronto in preparazione degli appuntamenti col Governo e le istituzioni”

In vista dei futuri incontri interistituzionali e col governo nazionale sul tema della sicurezza, il presidente della Provincia di Milano Filippo Penati promuove un momento di confronto collegiale a Palazzo Isimbardi con i rappresentanti delle associazioni di categoria e delle organizzazioni sindacali del territorio. Tra gli invitati a partecipare all’incontro, venerdì 13 aprile alle ore 11, i rappresentanti di Confartigianato Alto Milanese, Apa Confartigianato, Camera di Commercio di Milano, Api Milano, Aimb, Cna, Confcooperative, Unione del commercio, Unione degli artigiani, Assolombarda, Ali, Compagnia delle Opere, Confesercenti, Legacoop, Unione italiana cooperative, Coldiretti, Unione provinciale agricoltori e Confederazione italiana agricoltori, oltre ai segretari di Cgil, Cisl e Uil.

“Il problema della sicurezza – afferma Penati – è un’istanza che coinvolge tutta l’area metropolitana milanese nell’insieme delle sue componenti istituzionali, sociali ed economiche. Per questo, anche in considerazione delle implicazioni che questo problema ha sul futuro del contesto produttivo milanese, ritengo opportuno promuovere un percorso condiviso con tutte le parti sociali”.

“Sono fermamente convinto  - prosegue Penati – che accanto a interventi a garanzia del quadro generale di legalità, occorra mettere in campo anche iniziative di sostegno allo sviluppo economico del territorio, fattore determinante per dare risposte forti ed efficaci al bisogno di sicurezza di imprese, lavoratori e cittadini”. “Per questo – conclude Penati – è necessario costruire impegni condivisi per garantire la sicurezza nell’area metropolitana milanese”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.