Per il campionato italiano, porte aperte al Volo a vela

Il Volo a Vela di Calcinate aperto dal 5 al 13 maggio: per campioni, ma anche per gli appassionati

Non è la prima volta che avviene, ma è la prima in cui l’intento è quello di coninvolgere la città e che, soprattutto, la città se ne accorge dando tutto il sostegno mediatico che può all’evento. Come ad esempio ospitare nelle sale del comune, e alla presenza del sindaco Fontana, la presentazione dell’edizione 2007 del campionato italiano di Volo a Vela classe libera e 15 metri, che si svolgerà all’aeroclub "Adele Orsi" di Calcinate del Pesce (Frazione a bordo lago di Varese) dal 5 al 13 maggio.  Una parte di campionato che non casualmente si svolge dalle nostre parti.

«Storicamente il campionato italiano di volo a vela si è sempre svolto a Rieti, almeno finchè il numero di partecipanti è stato limitato – spiega Giorgio Nidoli, che come presidente di Acao è il "padrone di casa" della manifestazione –  Ma quando i velivoli sono aumentati fino a superare di gran lunga il centinaio nelle varie classi, la Federazione Italiana Volo a Vela ha preso la decisione di decentrare alcune delle classi di gara del campionato  ad alcuni dei migliori aeroclub d’Italia. E l’Aeroclub Adele Orsi, permettetemelo, è senza dubbio uno dei migliori Aeroclub d’italia»

E non lo è solo per dimensioni, come spiega Nidoli: «abbiamo più di 230 soci, e 60 velivoli di proprietà» ma anche per prestazioni sportive: «Tra i nostri soci abbiamo il vice campione del mondo in carica di classe libera, e i due piazzamenti – terzo e quinto posto – della classe 18 metri nel campionato mondiale. Siamo i primi al mondo nella classifica di club». Spiega con un certo orgoglio il presidente Acao, mentre presenta il suddetto “vicecampione del mondo” e campione italiano da tre anni consecutivi, Giorgio Ballarati «Che generosamente rinuncia a difendere il suo titolo italiano ancora in carica per fare il direttore di gara per i campionati che si disputano qui».

Il direttore di Gara Ballarati, classe 1977, ha dedicato la vita agli alianti: oltre ad essere un campione di fama internazionale nella specialità con 4000 ore di volo già alle spalle, ha fatto di quei velivoli un mestiere e ora ha un’azienda che si occupa della loro manutenzione il cui principale cliente è proprio l’aeroclub, all’interno del quale lavora per la maggior parte del tempo.  A lui tocca la spiegazione dello svolgimento del campionato che avrà inizio il 5 maggio e si concluderà il 13, e che lui riassume come «una specie di gara a tappe di ciclismo»: un campionato che vuole essere occasione anche per rendere familiare questo sport affascinante, che la maggior parte dei varesini può apprezzare semplicemente alzando la testa ma che in fondo non conosce poi molto bene. 

Per questo l’Acao ha deciso di fare un o sforzo in più, in merito: «Nella settimana di campionato sarà sempre aperto al pubblico il centro studi alpino di volo a vela, che ha sede all’aeroclub di Calcinate – spiega Aldo Cernezzi,  direttore di Volo a vela, la rivista ufficiale della federazione edita proprio dal centro studi – il che significa avere la possibilità di visitare il più importante archivio al mondo di pubblicazioni internazionali sull’argomento, e un archivio fotografico sul volo a vela semplicemente straordinario». Ma non solo: anche perr parlare con i piloti o prenotare un volo di prova su uno dei velivoli dell’Acao.

Un modo perché anche chi resta a terra possa levarsi dalla testa qualche luogo comune e scoprire qualcosa di più su questo modo di volare che sfrutta al massimo il vero elemento che mantiene in quota tutto ciò che vola. E che non è il motore. «Il motore serve solo per vincere la resistenza aerodinamica: quel che fa planare tutto ciò che vola sono le ali – spiega infatti Cernezzi – e già che ci siamo  spazziamo via un altro luogo comune:  a tener su gli alianti non è il vento ma le correnti termiche, cioè le masse d’aria calda. Capaci di sollevare 1300 chili per ogni metro cubo, cioè molto di più di quanto pesa un aliante con tutti i suoi occupanti». 
Questi e molte altre sorprendenti scoperte aspettano i varesini incuriositi dal silenzioso volo degli alianti dal 5 al 13 maggio: in attesa di scoprire chi sarà il prossimo campione della categoria.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.