Per la Whirlpool che non sa più vincere arriva la sorpresa Scafati

Domenica (18.15) la squadra ancora allenata da Magnano attende i campani per interrompere la striscia di quattro sconfitte in fila

Da una parte una discreta sorpresa nonostante gli intoppi del caso, dall’altra la squadra che – da due settimane – contende alla Climamio la palma della maggior delusione stagionale.

Se il quadretto che attende a Masnago la quint’ultima giornata della stagione regolare di serie A è tutt’altro che brillante, la colpa va purtroppo ricercata proprio ai piedi delle Prealpi dove la Whirlpool in due settimane è passata da una comoda e meritata zona playoff a una burrascosa posizione al di sotto della linea delle prime otto, a suon di sconfitte. La striscia di insuccessi tuttora aperta è giunta a quota quattro con la tristissima prestazione di Livorno, giovedì sera. Se dunque spronare la squadra a vincere per raggiungere la "top 8" pare esercizio inutile (visto che anche gli incitamenti del palasport sono passati tra le orecchie dei giocatori senza lasciare il segno), sarebbe almeno necessario che da parte di Magnano e dei giocatori arrivi un briciolo di dignità per onorare la maglia e lo stipendio che Gianfranco Castiglioni dirotta mensilmente nelle loro tasche.

Credere che lo facciano non è scontato, visto che le cronache del dopo Livorno parlano di un viaggio in pullman senza troppi musi lunghi, con tanto di partite alla Play Station e di rilassanti dormite.
Tra l’altro tra le fila biancorosse ci sono un po’ di problemi fisici che non stanno certo agevolando l’approccio alla partita contro la Legea: Galanda ha un dolore al ginocchio, De Pol ha una spalla acciaccata, Hafnar si trascina i problemi che lo hanno accompagnato in riva al Tirreno mentre pure Gergati e Antonelli non stanno troppo bene.
Detto questo, l’augurio è che di fronte ad Apodaca e compagni scatti almeno la scintilla della rivincita: la gara di andata fu infatti marchiata a fuoco da un’enorme ingiustizia confezionata dall’arbitro Sabetta, che a tempo pressoché scaduto regalò a Scafati tre tiri liberi. I campani li realizzarono, mandarono il match al supplementare e incassarono i due punti.

La Legea per altro è reduce da una pesante sconfitta nel derby con Napoli, riscattata poi dalla vittoria con Teramo. Con i gialloneri tornerà a Varese l’ex Norman Nolan, arrivato a stagione in corso proprio dalla Navigo.it; con lui un gruppo di buoni giocatori dove la stella è Rick Apodaca, compagno di Santiago nella nazionale portoricana, circondato dai vari Bracey, Smith, Salvi, Lauwers e Datome. Il sardo in prestito dalla Montepaschi è forse il giocatore da osservare con maggior curiosità, soprattutto in chiave azzurra.
Il trio di arbitri sarà composto da Mattioli, Corrias e Tullio, palla a due alle 18,15.

Whirlpool Varese – Legea Scafati

Varese: 5 Capin, 6 Hafnar, 7 Howell, 8 Holland, 9 De Pol, 10 Galanda, 12 Keys, 14 Carter, 15 Fernandez, 16 Genovese, 18 Anotnelli, 20 Gergati (Valenti). All. Magnano.
Scafati: 4 Bracey, 5 Caiazza, 6 Salvi, 8 Apodaca, 9 Smith, 11 Datome, 12 Szewczyk, 13 Guadagnola, 15 Nolan, 16 Muya, 17 Ambruoso, 20 Lauwers. All. Alibegovic.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.