Picchiato e rapinato al passaggio a livello

Agguato contro un automobilista davanti alla sbarre della ferrovia. Tre giovani denunciati dai carabinieri

Aspettava il passaggio del treno al casello di Casciago Morosolo, stazione di Casarico. Una normale pausa, che ogni giorno fanno decine di automobilisti varesini. Per un 30enne del capoluogo, la sosta si è trasformata in un pestaggio in piena regola, con rapina e danneggiamenti all’automobile. I carabinieri di Varese hanno identificato i tre aggressori, giovani della zona, e li hanno denunciati per rapina. Ora la parola passa all’autorità giudiziaria, che dovrà decidere sulla loro sorte.

L’aggressione è avvenuta il 24 ottobre scorso ma le indagini si sono chiuse in questi giorni. I fatti: il ragazzo è in auto da solo e si accosta al passaggio a livello. I tre rapinatori lo seguono su un’altra vettura, si avvicinano e all’improvviso cominciano a prendere a calci le portiere della sua automobile. Il giovane non sa cosa pensare, ipotizza uno screzio per motivi di viabilità e scende dall’auto per affrontare gli esagitati.
L’accanimento contro la vettura è in realtà solo una scusa per farlo scendere. Il ragazzo viene pestato, ma soprattutto gli vengono presi il portafoglio e  l’orologio. Agli aggressori il raid frutta 500 euro, poi i tre risalgono sulla loro vettura e si danno alla fuga.

Il giovane picchiato ha sporto denuncia e avvertito i carabinieri. Una indagine con aspetti di complessità perché il riconoscimento fotografico è inizialmente l’unica traccia da seguire. I militari sono però venuti a capo della vicenda e sono arrivati a due casciaghesi: I.F. 24 anni e I.M. 32 anni. Insieme a loro B.M. un 30enne di Luino.

Si tratta di una rapina dai contorni inusuali, non risulta infatti che vi sia sul territorio una banda dei passaggi a livello, piuttosto tra gli inquirenti si fa strada l’idea che i tre, già coinvolti in episodi criminosi, volessero rubare dei soldi e abbiano scelto un piano semplice ed efficace:  hanno premeditato l’aggressione al passaggio a livello, poi sono entrati in azione appena hanno visto una persona in macchina da sola e pochi automobilisti in strada.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.