Puglia terra di conquista per una Yamamay scatenata

Castellana G.-Busto A. 0-3. La squadra di Parisi dà prova di grande superiorità contro la temuta Mancini Iveco. Loikkanen (21) inarrestabile, mercoledì c'è Sassuolo

Preoccuparsi? Neanche per sogno: la Yamamay di Carlo Parisi continua senza sosta la propria marcia, fregandosene dell’ambiente caldo, del viaggio lungo e delle avversarie esperte.
Busto supera senza grossi problemi le tagliole di Castellana Grotte, con un secco 3-0 e mantiene cinque lunghezze di vantaggio sulla Lamaro Roma (vincente con Urbino) quando mancano cinque partite al termine della stagione regolare.

Al cospetto della Mancini Iveco le bustocche sono scese in campo cariche e concentrate, aggiudicandosi rapidamente i primi due set. Nel terzo parziale le padrone di casa hanno espresso tutto il proprio orgoglio conducendo a lungo, ma la Yamamay di questi tempi sa sfruttare ogni occasione che le si concede. Al primo balbettio di casa le biancorosse hanno sfoderato i punti del sorpasso poco prima di quota 25: una rimonta che è la dimostrazione della compattezza e della voglia di vincere della squadra di Parisi, che ha avuto in Saara Loikkanen e in Nicoletta Luciani le armi decisive per una vittoria costruita su una battuta efficace e su pregevoli difese nei momenti importanti.

La Yamamay parte forte al servizio e realizza subito un break con Loikkanen e un muro di Fokkens, allungando poi con la finnica. La risposta di Sokolova è smorzata da Benini e Viganò (8-12), poi Loikkanen e Molinengo danno spettacolo e aumentano il vantaggio biancorosso (11-16). La Yamamay è lanciata, ma Elisangela e qualche errore biancorosso rilanciano la formazione di casa (16-19, time-out Parisi); nel finale Casoli e Sokolova tengono accese le speranze pugliesi fino a che Luciani chiude con il punto del 22-25.
Nel secondo set Radogna è subito costretto a richiamare le sue giocatrici (2-6), con la Yama a segno in ogni modo. Le battute corte di Fokkens e i muri di Parenti mettono in difficoltà Castellana e la Yamamay ne approfitta (con Viganò e Loikkanen) per scavare un divario incolmabile (5-16) con cui la squadra di Parisi si presenta nel finale (9-25).
La Mancini Iveco entra con un piglio più deciso nel terzo set e mette in avvio in difficoltà la Yamamay (5-2), brava a recuperare grazie al servizio di Loikkanen e agli attacchi di Luciani (7-8). Le padrone di casa toccano il +4, grazie a Zanotti e Sokolova (14-10 e 16-12) ma Viganò e Luciani (ace) recuperano (16-15). Sokolova colpisce ancora ma quando arrivano due errori di Ana Paula Busto piomba sulla preda (23-23 di Loikkanen e Luciani) e poi chiude la pratica con un muro di Luciani (23-25) dopo alcune difese di Valeriano. Mercoledì si torna a casa e in viale Gabardi sale l’attesa: di fronte ci sarà il temutissimo Sassuolo nella riedizione della finale di coppa. Un’ottima occasione per prendersi la rivincita.

Mancini Iveco Castellana Grotte – Yamamay Busto Arsizio 0-3 (22-25, 9-25, 23-25)

Castellana G.: Casoli 7, Dalia 1, Ana Paula 1, Zanotti 7, Elisangela 6, Tirozzi n.e., Renzi 2, Sansonna (L), Karalyus n.e., Genangeli 3, Sokolova 14. All.: Radogna.
Busto Arsizio: Viganò 14, Erbetta n.e., Valeriano, Loikkanen 21, Lanzini n.e., Bruno n.e., Molinengo (L), Fokkens 2, Luciani 10, Benini 4, Parenti 7. All. Parisi. Battute errate: 2, vincenti: 4; Muri: 13 (Parenti 4).
Note.
Battute errate: C 4, B 2. Vincenti: C 1, B 4. Muri: C 8, B 13.
Arbitri: Falzoni e Pozzato. Spettatori: 250 circa
.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.