Puxeddu e Negretti celebrano le Fiamme Gialle con una scultura

In occasione del centenario della sede luinese dell'Anfi verrà posizionata in piazza Risorgimento davanti alla caserma della Gdf di Luino. Alla presentazione anche il comandante provinciale Ravaioli

Sono in fase avanzata i lavori per la scultura che due grandi nomi dell’arte varesina, il luinese Franco Puxeddu e lo scultore di Viggiù Ezio Negretti, stanno eseguendo per il centenario dell’associazione dei finanzieri italiani e della festa della Gdf che avrà una sua importante tappa a Luino a giugno nell’occasione della quale sarà inaugurata la scultura e si terranno mostre, convegni e presentazioni di libri. Questa mattina, lunedì 23 aprile, il colonnello Marcello Ravaioli, comandante delle Fiamme Gialle della provincia di Varese, e il maggiore Giuseppe Casilli della Guardia di finanza di Luino, hanno fatto visita ai due artisti al lavoro nel laboratorio di Negretti a Viggiù dove l’opera si trova attualmente.


I due graduati hanno apprezzato il lavoro sin qui svolto e hanno visionato nel particolare la lavorazione di questa importante opera che rappresenta il legame della terra varesna con questo Corpo. Un legame che ha radici lontane nel tempo e che, soprattutto nelle valli, è legato alla lotta serrata ai contrabbandieri che fece epoca e della quale oggi narrano romanzieri, l’ultimo a parlarne è stato Massimo Carlotto, e registi. L’opera che si intitolerà "Cielo, mare, terra", reralizzata in pietra bianca di Vicenza, verrà posizionata davanti alla caserma della Guardia di Finanza di Luino in piazza Risorgimento.
 

Galleria fotografica

Il monumento di Puxeddu alla Guardia di Finanza 4 di 5
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 aprile 2007
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Il monumento di Puxeddu alla Guardia di Finanza 4 di 5

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.