Raddoppiano le corse illegali sulle strade italiane

L’allarme lanciato dall’Asaps: aumentano anche le sanzioni per il superamento dei limiti di velocità

L’allarme arriva dall’Associazione sostenitori della Polizia Stradale: in Italia si sta correndo troppo, con le auto che nell’ultimo trimestre sfrecciano superando i limiti e commettendo infrazioni in più del 10 per cento rispetto al periodo precedente. Ma non è tutto: secondo i dati in possesso dell’associazione (che fornisce periodicamente sul sito anche le postazioni degli autovelox regione per regione) – “preoccupante anche l’incremento della pericolosa violazione dell’art. 9 bis e ter del CdS, cioè il Gareggiamento in velocità fra veicoli. Accertato 116 volte, più del doppio rispetto ai 57 casi del primo trimestre del 2006, +103%. Per questa rischiosa violazione l’incremento maggiore è stato rilevato dalla Polizia Stradale proprio sulla rete autostradale con 81 episodi contro i 12 del 2006”.

Le sanzioni per il superamento dei limiti, già cresciute molto nel 2006 (+11,5%), sono in ulteriore lievitazione. Nel primo trimestre sono state 273.420, ben 69.994 in più rispetto allo stesso trimestre del 2006, con un incremento del 34,4%.

“Nella rete autostradale nel complesso sono state contestate 129.006 violazioni per la velocità – affermano dall’Asaps – , 26.803 in più rispetto al primo trimestre del 2006 (+26,1%). Sulle altre strade statali, regionali e provinciali, la sola Stradale ha contestato 144.414 violazioni con un incremento di 43.691 rispetto alle  scorso anno pari a +43,4%”.

Meno gli incidenti avvenuti sulla rete autostradale, sempre confrontando l’ultimo trimestre con quello del 2006: sono diminuiti del 3,1%; meno morti (104) del 14,7%, i feriti  (4.342) sono invece aumentati dell’11,9%.

Il totalizzatore dei punti prelevati dalla Stradale nel primo trimestre ha toccato quota 770.679, il 23,6% in più rispetto ai 623.897 dello scorso anno.

“Cifre che l’Asaps vuole  ricordare proprio alla vigilia delle partenze  - concludono dall’associazione – per le vacanze di Pasqua, perché una sanzione costa, un prelievo di punti fa rabbia, ma un incidente stradale grave è ben altra storia”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.