Rapina fallita per cassa chiusa

Doveva essere ai danni di banca Intesa. Ma i soldi non erano disponibili

Il rapinatore armato si è presentato presso la filiale di Banca Intesa, con tanto di pistola regolamentare: ma purtroppo non ha potuto propcedere alla rapina, a causa della cassa chiusa.
E’ stato infatti il sistema automatico di chiusura dei contanti nella cassaforte temporizzata a costringere al dietrofront il rapinatore che si è presentato alle 11.30 del 2 aprile, alla cassa della banca lonatese.
Bassa statura, bianco, probabilmente italiano perchè senza accento, l’uomo di fronte a queste "cause tecniche" ha dovuto semplicemente girare i tacchi e andarsene, fuggendo a piedi e lasciando attoniti sportellista e clienti presenti.
   

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.