Rifondazione, quattro candidati alle elezioni provinciali

Durante la presentazione anche critiche alla politica dei partiti e all' "Ulivo del Nord"

Perche votare Rifondazione Comunista? Di motivi, i quattro candidati alle elezioni provinciali nei collegi di Busto Arsizio, ne hanno elencati tanti. Uno è comune a tutti: «Perchè dopo l’errore delle amministrative del 2006 – spiega Antonello Corrado, consigliere comunale a Busto – abbiamo deciso di non chiuderci a riccio, ma di aprirci alla società. Siamo ben lontani dalle logiche dei partiti, di destra e sinistra, che ogni volta ripropongono le stesse facce». Il 27 e 28 maggio, quando i varesini saranno chiamati alle urne per eleggere il presidente della Provincia, il partito bustocco scenderà in campo a sostegno di Mario Aspesi con una squadra composta da tre tesserati e un indipendente. La presentazione ufficiale è avvenuta oggi, sabato 7 aprile, in un incontro in cui non è mancata qualche nota critica verso il centro sinistra e non solo.

«L’Ulivo del Nord – esordisce Corrado, 40 anni candidato nella zona dell’Ospedale – cavalca questioni che vanno a danno dell’ambiente e della qualità della vita dei cittadini. Anche a Busto, non mancano gli inciuci con il centro destra. Noi non siamo moderati: quando ci sono speculazioni, come in via Gioberti a Busto, non stiamo zitti, ma siamo a fianco dei cittadini. Questo è un motivo per votarci».
Una forza alternativa quindi, come la definisce Fausto Sartorato 46 anni, vigile urbano e vice coordinatore del Sindacato dei Lavoratori, candidato nel collegio di Sant’Anna. «Nel nostro partito è ancora possibile trovare persone realmente interessate ai bisogni della gente. Il mio primo impegno sarà quello di essere utile ai lavoratori della nostra provincia». Nonostante l’entusiasmo dei candidati, la situazione del governo nazionale preoccupa un pò. «Avevo dei dubbi sulla mia candidatura, perché le scelte del Governo in materia di lavoro non mi piacciono. Anche la candidatura di Aspesi mi lascia qualche perplessità: è stato scelto dalle segreterie provinciali senza sentire la base».

Ha invece appena fatto il suo ingresso in politica il giovanissimo, Alex Gorletta, 18 anni, coordinatore dei giovani comunisti, in rifondazione solo dal 2007. È candidato nel collegio del centro e punta ad avvicinare se non a coinvolgere i giovani alla politica. «Vengo dal mondo delle associazioni e Rifondazione si è l’unico partito che ha dato il suo aiuto alla nostra associazione. Spero che la mia candidatura possa essere un legame fra la politica e i giovani che magari si trovano a votare per la prima volta».

Pur rimanendo esterno al partito, ha accettato di candidarsi anche Claudio Moroni, 36 anni, psicologo, ex volontario della Croce Rossa e fondatore dell’associazione Delfini Birichini, conosciuto nella nostra provincia e non solo «non per merito mio, ma per un incidente di percorso». Così infatti Moroni definisce il rapimento di cui è stato vittima a Gaza nel novembre del 2006. La sua decisione di candidarsi nel collegio di Borsano, forse più delle altre, è nata dopo una lunga riflessione. «Quello che mi ha spinto ad accettare è la vicinanza di interessi che c’è fra me e le mie attività e rifondazione. Io voglio incidere sulla realtà in cui vivo e questa è un’occasione»

È con questa squadra quindi che dopo il brutto risultato delle amministrative, poco sopra il 3 per cento, il partito bustocco spera di rimontare. «Ci accontentiamo – concludono con una battuta – della sufficienza. Stiamo lavorando bene e siamo ottimisti per queste elezioni».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.