Roghi all’Alpe tedesco, un arresto

In carcere l’uomo già denunciato dai militari nei giorni scorsi. Il primo incendio per il quale è accusato risale al 2000

Non ci sarebbero solo gli incendi dello scorso 12 e 14 aprile nel “medagliere” di M.F., l’uomo arrestato ieri, 29 aprile dai carabinieri. In quarantaduenne è stato infatti raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare domenica scorsa, per alcuni incendi che gli inquirenti – l’ordine di carcerazione è stato richiesto dal pm Masini – ritengono essere stati appiccati dalla stessa mano. M.F. sarebbe il responsabile di ben altri quattro roghi, tutti appiccati dolosamente nella stessa zona nel febbraio 2000, nel gennaio 2001, nell’aprile 2003 e nel novembre 2004.
L’ordinanza di custodia cautelare è stata eseguita dai carabinieri di Porto Ceresio ai danni dell’uomo, raggiunto da una denuncia nei giorni scorsi, ma in stato di libertà, .
”L’autore – fanno sapere i carabinieri – ristretto presso la casa circondariale di Varese non ha voluto precisare i motivi che lo hanno spinto alla commissione del reato”.
M.F. era già stato identificato da un testimone: era stato visto nei pressi di un focolaio d’incendio in Valceresio con in mano un accendino. Negli incendi andarono distrutti decine di ettari di bosco per un danno di 150 mila euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.