Sale in cattedra Limfid, società svizzera che gestisce patrimoni

Alla Liuc appuntamento con "Università-impresa", lunedì 23 ore 14

 Il ciclo di incontri “Università-Impresa”, a cura del Servizio Relazioni Esterne e Placement dell’Università Carlo Cattaneo – LIUC, si ripropone con un’interessante iniziativa programmata per lunedì 23 aprile alle ore 14.00. Al centro dell’appuntamento ci sarà la testimonianza di Franco Limonta, Presidente di LIMFID S.A. Presenzierà all’incontro Paolo Della Vedova docente di Diritto Processuale Civile e Societario.

LIMFID S.A. è una società di diritto svizzero, costituita a Lugano nell’ottobre del 1997 da Franco Limonta, gestore di patrimoni abilitato (“fiduciario finanziario”).
Limfid è pertanto una fiduciaria a pieno titolo che ha come finalità esclusive la gestione di patrimoni per conto di privati e di società, la consulenza finanziaria e l’intestazione fiduciaria.
La società che al 31.12.2006 aveva un patrimonio netto di circa 2.000.000 CHF, è retta da un Consiglio di Amministrazione di cui Franco Limonta è Presidente.
Le masse in gestione hanno registrato una crescita graduale e costante (sia per le “performance” che per i nuovi apporti) ed ammontano ad oltre 200 milioni di CHF, in gran parte depositati su una grande banca internazionale (BNP Paribas) ed una rinomata banca svizzera di gestione (Banca Julius Bär).
Infatti, tipicamente, l’attività di gestione si esplica su conti aperti dalla clientela presso banche, le quali fungono pertanto da depositarie dei valori mobiliari conferiti in gestione alla Fiduciaria tramite un mandato. In questo modo si consegue una netta separazione delle funzioni, le banche svolgono il ruolo di depositarie e “brokers”, la fiduciaria quello di gestore esterno ed indipendente.
Dal 2000 la gestione viene effettuata esclusivamente attraverso una classe particolare di fondi di investimento, i cosiddetti “hedge funds”, che vengono individuati attraverso un disciplinato processo di selezione, articolato su una analisi sia quantitativa che, soprattutto, qualitativa, ed incentrato su due criteri cardine: una costanza di risultati positivi ed assoluti, cioè svincolati dall’andamento dei mercati, ottenuti con una volatilità contenuta e controllata.
I portafogli sono molto concentrati, annoverando al massimo una decina di fondi, tutti con pesi di solito equivalenti.
Per meglio supportare lo sviluppo della sua attività, Limfid ha investito e sta investendo con decisione nell’information technology: è in fase avanzata di elaborazione un “software” proprietario.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.