Saronno e Robur pronte agli spareggi. L’attesa di Ferrari e Zambelli

Gli amaretti sfidano la corazzata Asti nei playoff. I varesini (Furlanetto squalificato, Padova rientra) attendono Iseo

Le strade di Vertical Vision Saronno e Abc Varese si sono, purtroppo, separate; ci si augura in attesa di ritrovarsi. Sabato scatta infatti la seconda fase del campionato di serie B2: se da un lato gli amaretti affronteranno da Cenerentola (nel senso buono del termine, quello usato in Ncaa) i playoff, i roburini saranno costretti al percorso a ostacoli dei playout salvezza, mai pericolosi come in questa occasione. Sentiamo quindi i pareri dei due allenatori, Mattia Ferrari e Alberto Zambelli, a poche ore dall’inizio degli spareggi che li vedranno affrontare rispettivamente Asti e Iseo.

Qual è la condizione fisica delle vostre squadre in vista di gara 1?
Ferrari (Saronno – foto a lato): «Tutto tranquillo, incrociando le dita. Ho a disposizione i dieci giocatori della rosa che si alleneranno regolarmente in questi due giorni. Qualche acciacco c’è, ma nulla di preoccupante».
Zambelli (Varese – foto sotto): «Dovremo purtroppo fare i conti con l’assenza di Furlanetto, che sta bene ma deve scontare un turno di squalifica e ciò complica di più le cose. Al suo posto una bella notizia: il ritorno in panchina di Andrea Padova, anche se più che altro servirà a fare numero, visto il lungo infortunio. Poi Fontanel ha un problema alla caviglia, ma dovrebbe essere in campo».

A morale come state?
F.: «Molto tranquilli e sereni. A inizio anno ci davano tutti per spacciati, invece siamo ai playoff: credo che possiamo definirci la squadra rivelazione del campionato, quindi affrontiamo le prossime gare con la testa sgombra».
Z.: «Siamo certamente più tranquilli rispetto a qualche tempo fa. Le ultime due vittorie, entrambe importanti, ci hanno ridato fiducia: siamo pronti ad affrontare questi spareggi nonostante una formula che fa paura. Non ci sentiamo inferiori alle altre contendenti».

Per Saronno c’è Asti, per la Robur c’è Iseo. Raccontateci le vostre prossime avversarie.
F.: «Asti è la più forte, senza discussione. Lo dice l’autorità con cui ha condotto il campionato dall’inizio, lo dicono i nomi dei giocatori, quello dell’allenatore, il pubblico che gli ha permesso di non perdere mai in casa. Hanno tutto per fare bene; noi come detto siamo sereni, possiamo magari impensierirli, ma per vincere dovremo inventarci due super partite in una settimana».
Z.: «Li abbiamo già battuti due volte, e questo ci dà fiducia perché non sono la nostra bestia nera. Con Iseo ci "accoppiamo" abbastanza bene e possiamo sfruttare con Rosignoli e Fontanel un maggior peso sotto canestro dove loro hanno praticamente solo De Marco. I loro esterni sono un po’ particolari, alti ma leggeri».

Un passo indietro: quali erano le vostre aspettative a inizio stagione?
F.: «Senz’altro quella di salvarci. Anzi, prima ancora la società mi aveva chiesto di gestrire al meglio il gruppo, ritrovare serenità, inserire i ragazzi cresciuti nel settore giovanile. Tutto questo, possibilmente, centrando anche la salvezza crescendo partita dopo partita. Di playoff non se ne parlava e invece, eccoci qui: qualificati con due giornate di anticipo».
Z.: «I playout erano una della prospettive che si pensavano, anche se non credevo di finire al dodicesimo posto. Diciamo che nella migliore ipotesi saremmo anche potuti andare ai playoff ma tra infortunii, operazioni, partite perse nell’ultimo minuti siamo finiti un po’ in basso. Però ora c’è l’opportunità di salvarsi e non vogliamo lasciarla scappare».

Playoff – Gara 1
Vertical Vision Saronno – Turbosider Asti
Sabato 28, ore 21 – Centro Ronchi di Saronno
(Serie al meglio delle 3; gara 2 ed event. gara 3 ad Asti)

Playout – Gara 1
Abc Varese – Pilotelli Iseo
Domenica 29, ore 18 – Centro Campus di Varese
(Serie al meglio delle 3; gara 2 ed event. gara 3 a Iseo)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.