Si spoglia per evitare l’arresto

Un uomo e una donna avevano derubato un 31enne di Locate, ma hanno effettuato una singolare resistenza di fronte ai carabinieri

Rubano cellulare e scarpe a un operaio 31enne, ma vengono arrestati per rapina. Per evitare l’arresto uno dei rapinatori, una donna, ha persino cercato di spogliarsi di fronte ai Carabinieri. Il tutto mentre il derubato cercacva anche di riprendersi le scarpe.
Situazione piuttosto grottesca, accaduta, a Saronno, vicino alla Stazione, nel corso della notte tra il 5 ed il 6 aprile 2007, quando i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno arrestato due cittadini marocchini,  rispettivamente J.H. maschio di 28 anni e S.E., donna, di 30 anni, i quali, nei pressi della stazione, avevano appena operato una rapina ai danni di un cittadino ecuadoregno di 31 anni, operaio, residente a Locate Varesino, al quale avevano sottratto, sotto la minaccia di un pezzo di vetro appuntito, il telefono cellulare e le scarpe.

L’arresto ha avuto fasi altamente concitate, ed ha visto anche l’intervento di altre due pattuglie, provenienti da altri Comandi dei Carabinieri della Compagnia, in quanto i due marocchini, in preda ad evidentissima alterazione dovuta ad ubriachezza alcolica, hanno dato vita ad una vera e propria sceneggiata sulla pubblica via, ingaggiando ripetute colluttazioni  con i Carabinieri ed anche con altre persone che assistevano, divertite, a quanto stava accadendo.  In particolare, la ragazza si spogliava di buona parte dei vestiti e si rotolava ripetutamente sul selciato, nell’inutile tentativo di convincere i militari operanti della propria estraneità ai fatti, mentre il derubato, peraltro, cercava di riappropriarsi quantomeno delle scarpe ancora in possesso dell’esagitato rapinatore.

Dopo il lungo parapiglia, i due sono stati trasferiti alla sede della Compagnia Carabinieri di Saronno, e, durante il trasporto, l’extracomunitario trovava ancora la forza di dimenarsi e scalciare all’interno della cellula protetta ricavata sul sedile posteriore dell’Alfa Romeo 156 del Nucleo Radiomobile, arrecando danni al veicolo per circa 400 Euro. I due sono stati trasferiti in mattinata rispettivamente al carcere di Busto Arsizio ed a quello femminile di Monza.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.