Sicurezza sul lavoro, un convegno sulla prevenzione degli incidenti

Giovedì 3 maggio si incontreranno a Varese tutte le parti coinvolte nelal rpevenzione e gestione del problema: coordinatori della sicurezza, ASL, INAIL

È dello scorso 14 aprile la notizia di quattro morti sul lavoro, proprio nel giorno in cui il governo avvia il riassetto della normativa sulla sicurezza.

Di fronte a questa strage quotidiana, che provoca circa 1.300 morti l’anno, e in generale di fronte ai sempre più numerosi incidenti – mortali e non – nei cantieri edili, risulta evidente quanto sia urgente un’azione sinergica delle parti in causa che miri, prima di tutto, alla prevenzione.

Questo convegno si colloca proprio nell’ambito delle iniziative di prevenzione in collaborazione tra l’Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Varese e la Federazione Sindacale Italiana dei Coordinatori della Sicurezza – Federcoordinatori.

Da questa cooperazione nasce un protocollo congiunto che definisce le “Regole minime di comportamento dei Coordinatori per la sicurezza nei cantieri edili”, attraverso il quale si punta sull’azione propulsiva che, coordinatori sempre più preparati, potranno imprimere a favore di una reale azione di vigilanza.

Il primo principio* di tutela enuncia che “Tutti hanno il diritto/dovere di salvaguardare la propria incolumità”; il secondo “Tutti hanno il dovere di aiutare chi non è in grado di preservare la propria incolumità”. *approvati dalla Commissione Etica della Federcoordinatori.

In quest’ottica, l’imprescindibile collaborazione con tecnici e medici delle A.S.L., vede i coordinatori in veste di alleati delle istituzioni verso l’obiettivo comune di contenere gli eventi infortunistici nei cantieri edili.

Con l’adesione al protocollo presentato verrà formato un pubblico elenco di Coordinatori per la Sicurezza che applicano queste regole minime. L’elenco, a disposizione di committenti pubblici e privati, sarà tenuto dalla A.S.L. con la collaborazione della Federcoordinatori che garantirà il controllo.

Per questo motivo l’ASL e Federcoordinatori, con l’Ordine degli architetti della Provincia di Varese, invitano i professionisti, gli amministratori, la stampa e coloro che siano interessati al Convegno avrà luogo giovedì 3 maggio dalle ore 8.30 alle 13 presso la Sala Pigionatti DeFilippi, Via Brambilla 15, VARESE.

PROGRAMMA

8,30 Registrazione dei partecipanti

9,00 Indirizzi di saluto

Intervengono:

Roberto Aragno, Prefetto di Varese
Pierluigi Zeli, ASL
Alfonso Speranza, INAIL
Marcello Lenzi, Regione Lombardia
Luca Bertagnon, Consulta Coordinatori
Fabrizio Lovato, Federcoordinatori

9,30

Gli esiti dell’indagine provinciale condotta dall’ASL sui coordinatori:
le schede di rilevazione regionale e loro utilizzo.

Claudio Cardani, ASL

10,00

Le regole minime di comportamento del coordinatore per la sicurezza nei cantieri: le procedure di processo per il coordinatore in progettazione ed il coordinatore in esecuzione; l’attività sindacale di monitoraggio dell’applicazione delle regole minime; l’istituzione dell’ELENCO pubblico dei coordinatori che applicano le regole minime di coordinamento.

Luca Bertagnon, Federcoordinatori

11,00

Regole minime di comportamento dei Coordinatori per la sicurezza nei cantieri edili: la conoscenza di buone prassi per migliorare la sicurezza nei cantieri;

11,20 Il Primo Soccorso in cantiere

Andrea Bagaglio, ASL

11,35

Il POS contenuti minimi e scheda di verifica

Sandro Carta, UPI

11,50

Il PiMUS e l’attività del coordinatore in esecuzione

Pierangelo Reguzzoni, Consulta Coord. – CPT

12,05

Linee di vita e regolamento edilizio

Alberto Steidl, Comune di Morazzone

12,20 Dibattito

13,00 Chiusura dei lavori

Moderatori: Crescenzo Tiso e Fabrizio Lovato

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.