«Sorsi di pace»: vino e arte uniti per la solidarietà

Il 19 maggio alle Distillerie Francoli torna la quinta edizione dell'asta benefica; il ricavato andrà a Emergency, per la costruzione di un ospedale in Sierra Leone

Il Nebbiolo torna protagonista della V edizione dell’asta benefica Sorsi di pace nell’arte contemporanea. L’originale asta di opere uniche che vedono protagonista il vino è nata nel 2003 per sostenere Emergency, l’associazione voluta dal medico di guerra Gino Strada, che porta aiuto alle popolazioni flagellate dalle guerre. Ideatore è Franco Patriarca, produttore vinicolo di Gattinara che ha realizzato il progetto grazie ad Alessandro Francoli, Presidente delle Distillerie Francoli di Ghemme e alla consulenza artistica di Alberto Crevola, titolare della galleria d’arte “Arte ed Altro” di Gattinara. Anche quest’anno ventiquattro magnum di pregiati vini DOCG e DOC ottenuti da uve nebbiolo saranno offerti dalle aziende Franco Patriarca, Torraccia del Piantavigna, Gruppo L’Insieme, Elvio Cogno e, novità di quest’anno, da Vin Alto, realtà emergente della Nuova Zelanda che produce nebbiolo nel rispetto della migliore tradizione italiana.

Ognuna delle 24 bottiglie verrà “vestita” da altrettanti artisti contemporanei che realizzeranno con diverse tecniche un’etichetta – opera d’arte. Quest’anno i nomi protagonisti saranno Elisa Rossi, Michele Bella, Gianni Cella, Carlotta Cattaneo, Mario Loprete, Filippo La Vaccara, Vincenzo Marsiglia, Daniele Milanesi, Gunter Push, Marcella Milani, William Calvi, Luisa Raffaelli, Alberto Castelli, Gavino Ganau, Nino Migliori, i Gemelli Perone, F.lli Calgaro, Karin Andersen, Giorgio Laveri, Dario Arcidiacono, Davide Ferro, Marco Grimaldi, Andy dei Bluvertigo e Lorenzo Alagio. Bottiglie da collezione, dunque, che lo scorso anno hanno raggiunto la quotazione di oltre 1.200 euro per l’esemplare più interessante, realizzato da Mirko Baricchi. L’asta, aperta a tutti gli interessati, si terrà alle Distillerie Francoli e vedrà un battitore d’eccezione: l’attore comico Gino Cogliandro, ex componente del trio I Trettrè.

Durante il pomeriggio del 19 maggio a partire dalle ore 14 si potrà quindi partecipare all’asta per aggiudicarsi una delle esclusive opere. Il ricavato  verrà donato a Emergency per sostenere le attività dell’Ospedale di Goderich in Sierra Leone, operativo dal 2002 e unica struttura nella zona in grado di accogliere le emergenze e assicurare assistenza medica e chirurgica gratuite. Anche chi non acquisterà una delle bottiglie d’arte potrà dare il proprio piccolo contributo comprando una copia del catalogo da collezione a cura della critica d’arte Chiara Argenteri o uno degli originali “ombrelli della pace”, realizzati dagli alunni delle scuole medie di Ghemme, Romagnano Sesia, Roasio e Gattinara, dagli studenti del Liceo Artistico “F. Casorati” di Romagnano Sesia e dai bambini della “Accademia dei Bambini Artus”, associazione nata nel 1998 per insegnare l’educazione alla cultura e all’arte. A Sorsi di Pace anche i più giovani contribuiscono attivamente e l’evento è un’occasione per insegnare loro l’importanza di offrire aiuto a chi è meno fortunato.
Nelle prime 4 edizioni sono stati raccolti complessivamente oltre 60.000 euro, interamente andati in  beneficenza. 

Per informazioni:  Galleria  “Arte ed Altro”  –  Tel.  0163.82.70.91 

Ufficio stampa: Gheusis Srl Unipersonale 347 5835050 info@gheusis.com 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.