Tra destra e sinistra spunta il Polo civico di Centro

Ezio Barbera presenta la lista che correrà alle elezioni comunali del 27 e 28 maggio

Riceviamo e pubblichiamo

«Qui non si fa politica per dividere le poltrone» così Ezio Barbera, coordinatore cittadino del Polo Civico di Centro a Cardano, presenta la lista che correrà alle elezioni comunali del 27 e 28 maggio a sostegno del candidato sindaco Giuseppe Netti. «Siamo un gruppo di semplici cittadini che hanno deciso di mettersi a disposizione della città per cambiare qualcosa a Cardano» dice Barbera. Al centro del programma elettorale della lista ci sarà la famiglia: «In questi anni il sindaco Aspesi ha pensato soprattutto a rotonde e dossi, noi pensiamo che si debba ripartire dalla famiglia per ricreare un vero spirito civico. La famiglia non deve sentirsi mai sola e l’amministrazione deve impegnarsi in questo senso». Innanzitutto sulla scuola e sulla formazione, dove bisogna intervenire a supporto delle famiglie. Ma anche servizi per gli anziani (con Casa Usuelli che diventerà «punto di riferimento per l’assistenza alla terza età»), sport, cultura e aggregazione giovanile («serve uno spazio libero che sia laboratorio di idee per i giovani cardanesi» la proposta di Barbera) sono questioni su cui il Polo Civico di Centro di Cardano vuole porre l’accento. E numerosi secondo Ezio Barbera i temi su cui serve maggiore attenzione da parte dell’amministrazione comunale. In primis, i trasporti: «Cardano è completamente isolata – spiega il coordinatore – servono maggiori e più efficienti servizi di trasporto pubblico per non rendere Cardano una periferia. Ma anche una navetta a ciclo continuo per la mobilità interna che faccia da collegamento tra il centro e le periferie». E nel programma del Polo Civico di Centro avranno un ruolo di primo piano anche le questioni relative all’ambiente (con la proposta di «reinvestire i proventi della tassa sul volo in interventi ambientali, come piantumazioni anti-smog, centraline per il controllo delle polveri sottili e pannelli fotovoltaici sugli edifici pubblici»), alla sicurezza (con Barbera che sostiene che «non basta la Caserma dei Carabinieri, servono telecamere e più agenti di polizia locale») e alle periferie, in particolare per quelle zone di Cardano Sud dove serve una soluzione per la difficile convivenza tra case e industrie.

Polo civico di Centro

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.