Tutti allo “Speroni”, arriva la capolista

I tigrotti ospitano il Sassuolo, in cima al girone A di C1. Vecchio al rientro, squalificati Temelin, De Cristofaro e Giani. Gli emiliani non perdono da oltre due mesi

L’ennesimo scontro impegnativo per la Pro Patria di Loris Dominissini, che dopo il Venezia affronta la capolista Sassuolo (domenica, ore 15:00). Il pareggio contro i lagunari non è servito molto ai fini della classifica, ma la bella prestazione lascia ben sperare in vista del finale di campionato. E contro i modenesi, reduci dalla grande vittoria sul Grosseto, servirà la miglior Pro Patria dell’anno.

 

Putroppo però il tecnico friulano dovrà fare a meno di ben tre giocatori: Nicolas Giani, Gianluca Temelin e Paolo De Cristofaro sono stati fermati per un turno dal giudice sportivo, e così Dominissini dovrà fare di necessità virtù. Fortuna che capitan Tramezzani ha dimostrato di esserci già nel match contro il Venezia, mentre Imburgia sta lentamente recuperando e domenica potrebbe trovare spazio a partita in corso.

Occhi puntati su Daniele Rosso dopo lo strepitoso gol in rovesciata di settimana scorsa: il giovane attaccante biancoblu è chiamato a non far rimpiangere l’assenza di Temelin, ma con un Artico in grande forma (due reti nelle ultime due partite) l’attacco dovrebbe garantire il proprio apporto nonostante l’assenza del bomber abruzzese. A centrocampo Vecchio rientra dalla squalifica e torna ad affiancare Pessotto in cabina di regia, mentre sul versante mancino di difesa sembra scontata la presenza di capitan Tramezzani.

 

Il Sassuolo è forse la squadra più in forma del momento, come dimostra il 2-1 inflitto al Grosseto nel recupero della 27a giornata disputato mercoledì. I tre punti conquistati in settimana hanno permesso agli emiliani di raggiungere proprio i maremmani in testa al girone A, per una lotta promozione che, a sole cinque giornate dal termine, si è fatta sempre più incerta.

E dire che il Sassuolo, guidato in panchina da Gianmarco Remondina, viene dalla C2: un campionato a dir poco stupefacente per Erpen e compagni, che ha portato i tifosi neroverdi a sognare una storica promozione in serie B. I modenesi non perdono da ben nove partite (ultimo ko a Cittadella l’11 febbraio) riuscendo così a riconquistare la vetta dopo un periodo di difficoltà

A Busto il Sassuolo proverà a conquistare i tre punti forte di un attacco in piena forma, ma soprattutto forte della propria difesa, la seconda migliore del campionato (21 gol subiti). Sta agli avanti tigrotti pungere la retroguardia modenese e regalare al pubblico dello “Speroni” un successo quantomai prestigioso.

 

Dirigerà l’incontro il signor Riccardo Pinzani di Empoli, coadiuvato dagli assistenti Celentano e D’Amore. C’è da cancellare l’1-3 dell’andata, al termine di un match nel quale le discutibili decisioni della terna arbitrale penalizzarono nettamente Temelin e compagni. Ma domenica sarà tutta un’altra cosa: se lo augurano i giocatori, se lo augura Dominissini, se lo augurano soprattutto i tifosi.

 

Pro Patria – Sassuolo (probabili formazioni)

Pro Patria (4-4-2): Capelletti; Candrina, Bruni, De Agostini, Tramezzani; Ticli, Vecchio, Pessotto, Trezzi; Artico, Rosso. All.: Dominissini.

 

 

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.