«Tutti devono contribuire alla salvaguardia del Verde»

Il comandante provinciale del gruppo di volontari della Guardia Nazionale sottolinea l’importanza dell’aiuto dei volontari per la protezione dell’ambiente

riceviamo e pubblichiamo

 

Gentile Direttore,

Le scrivo a proposito delle perplessità e dei dubbi espressi dal Suo lettore che in una lettera di ieri, 3 aprile, sottolineava quanto il nostro (ormai poco) patrimonio ambientale sia lasciato alla mercè di molti scellerati che oltre ad abusi di ogni sorta e genere, per motivi che ben sappiamo ultimamente vi appiccano anche incendi (vedi il Parco Pineta proprio questa settimana). Ed è certamente del tutto comprensibile e condivisibile la frustrazione e la rabbia per i danni che tutti questi delinquenti causano al nostro ambiente, di cui i Parchi costituiscono le poche oasi scampate al cemento ed all’antropizzazione del territorio specie nella nostra zona e perciò vanno protetti in ogni loro parte. Tuttavia non si può negare che abusi, incendi dolosi e crimini ambientali vari proseguono. E ci si chiede perchè non vengono prevenuti e repressi.

Per ciò che attiene alle irrisorie risorse a disposizione delle Autorità per combattere discariche abusive, reati contro fauna e ambiente in genere, non posso che confermare le tristi cifre denunciate dal lettore. Però vorrei portare a conoscenza Sua e dei Suoi lettori che esistono anche altre realtà che si affiancano e sostengono le Forze dell’Ordine in questo gravoso compito. Volontariamente e gratuitamente, ad esempio, i molti gruppi comunali di Protezione Civile operano ormai abitualmente nell’ambito della prevenzione degli abusi all’ambiente. Similmente fanno le squadre dei Vigili Volontari del Fuoco, che da un po’ di anni in qua hanno -per fortuna- preso piede anche nel Varesotto, e sono tutte persone ottimamente preparate ed attrezzate (non dimentichiamoci infatti che anche gli organici dei Vigili del Fuoco sono drammaticamente insufficienti e le attrezzature per operare nei boschi sono ancora troppo poche). Inoltre, seppure modesto, segnalo anche il sostegno fornito al CFS ed alle Autorità locali dalla Guardia Nazionale e segnatamente dai Volontari in forza alla Compagnia Provinciale che dirigo: proprio in questi ambiti, infatti, il nostro operato si è molto intensificato nell’ultimo anno, ad esempio con l’acquisizione di due veicoli fuoristrada attrezzati per antincendio boschivo e di numerose dotazioni, anche sofisticate, per il monitoraggio delle aree forestali specie di notte. Sappiamo inoltre che molte altre Associazioni ed Enti coinvolti nelle stesse attività hanno fatto e fanno altrettanto.

Insomma, il territorio non è ancora tutelato come si dovrebbe: però gli sforzi in tale direzione non mancano. Tra le misure più efficaci per la protezione del patrimonio ambientale infatti rientrano i Parchi sovracomunali, che mettono sotto tutela aree boschive altrimenti a rischio di cementificazione o di scarichi abusivi, e non c’è dubbio che ciò dia fastidio a qualcuno: ma se vogliamo tenerci quel poco di verde che ancora abbiamo e che è un patrimonio nostro, tramandatoci nei secoli dai nostri predecessori e che abbiamo il sacrosanto dovere di consegnare ai nostri figli e nipoti sano e intatto, dobbiamo proseguire su questa strada. E, magari, prendere in considerazione l’idea di impegnarci di persona: segnalando gli abusi, collaborando e magari iscrivendosi nei  tanti Gruppi, Associazioni, Enti di cittadini volontari che si dedicano al monitoraggio ed alla tutela del patrimonio ecologico. Perchè è solo riscoprendo e diffondendo l’etica dell’ambiente che si impara a conoscerne il valore, ad amarlo e a rispettarlo.

Con i più sinceri auguri di buona Pasqua a Lei a tutti i Lettori di Varesenews,

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.