Un ponte radio con il paradiso

Il prete-dj sperimenta nuovi programmi: un servizio informativo sui morti in paese e una preghiera per accompagnare il dolore della famiglia

"Annunciare alla radio il nome del compaesano appena deceduto e recitare una preghiera, è un modo per fare comunità", spiega Don Roberto che non smette di immaginare nuovi servizi per gli ascoltatori della radio parrocchiale di Monvalle.

Recente è l’idea di creare via etere un momento di raccoglimento per le persone appena scomparse. Dopo aver suonato le classiche campane a morto, che non sono state sostituite dal programma radiofonico, tiene a precisare Don Roberto, il parroco prende il microfono e annuncia l’appuntamento per il rosario, giorno e ora del funmerale ed infine si recita un L’eterno riposo. "Non è solo un modo per sapere il nome del defunto", aggiunge Don Roberto, "ma un momento di raccoglimento per stare vicino al dolore della famiglia."

Don Roberto Besozzi, radio amatore fin dai tempi degli studi, si è inventato una radio parrocchiale per permettere ai fedeli della frazione di Turro di seguire dalla propria chiesa la funzione che si svolgeva in Parrocchia. "Ogni tanto facciamo delle trasmissioni in esterno " spiega il prete-dj "per esempio, in occasione della Santa Messa del primo di novembre, realizziamo un ponte radio tra il cimitero e le chiesa. In questo campo però abbiamo ancora un sistema di trasmissione artigianale."

Dal 2004, anno di inizio dei programmi, il parroco non smette di stupire i propri fedeli e da quest’anno sulle frequenze dalla radio amatoriale si può ascolatare, dalle 10 del mattnio alle 18 di sera, tra il rosario mattutino e i vesperi serali, le tramissioni di Radio Missione Francescana. In occasione di battesimi e funerali però i programmi vengono sospesi per mandare in onda la funzione che avviene in chiesa. Ad ogni modo i programmi sono facilmente consultabili dai fedeli monvallesi sia sul notiziario settimanale cartaceo che attraverso il sito internet della parrocchia di Monvalle. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.