Un tavolo permanente per la magra del lago

Regione e operatori locali insieme per affrontare il problema dell’abbassamento delle acque del lago di Como e Lecco

Riunire intorno al

 tavolo istituzionale per l’emergenza siccità bacini imbriferi Province sindaci, operatori turistici e albergatori del lago di Como e Lecco, Gianluca Rinaldin Luca Gaffuri Giulio Boscagli Giulio De Capitani Carlo Spreafico Virginio Brivio Marco Molgora Giorgio Bin Gianni Del Pero Consiglieri regionali comaschi e lecchesi che stabiliscono priorità nell’utilizzo dell’acqua per chi è a valle rispetto a chi è a monte e che stabiliscono una priorità per l’utilizzo potabile rispetto a quello agricolo e industriale, occorre però che qualora a valle si aprano le dighe per utilizzare l’acqua a scopi agricoli, contemporaneamente i bacini imbriferi a monte facciano altrettanto per rilasciare nuova quantità di acqua nel lago, evitando così il verificarsi di eccessivi e perduranti dislivelli". Un compito di monitoraggio tempestivo che sarà affidato al tavolo istituzionale permanente che si insedierà a breve. -.
Una proposta recepita all’unanimità dalle rispettive Commissioni e che ha visto il parere favorevole anche dei rappresentanti degli Enti locali presenti.
Gli intervenuti hanno evidenziato in particolare come molte località turistiche lariane negli ultimi anni in estate siano fortemente penalizzate dal progressivo calo del livello delle acque del lago, con problemi per la navigazione e per la balneabilità. L’abbassamento del livello delle acque porta infatti a una più diffusa presenza di canneti e aree paludose lungo le rive, con il conseguente proliferare di insetti e agenti inquinanti, nonché all’emergere in superficie degli scarichi fognari gravitanti sul lago. Senza trascurare i problemi legati alla moria di pesci e al relativo ripopolamento, e al cedimento dei muriccioli realizzati lungo le sponde dagli antichi maestri comacini.
"Tenendo ben presenti le normative vigenti -hanno ribadito nel corso dell’incontro i
e con il presidente del Consorzio dell’Adda
, con l’assessore al Turismo della Provincia di Como
, con l’assessore all’Ambiente della Provincia di Lecco
(Margherita) nel corso dell’incontro odierno tra le Commissioni regionali Attività produttive, Territorio e Ambiente con il presidente della Provincia di Lecco
(LN) e
(FI),
(Margherita) e dai Consiglieri regionali lecchesi
(FI) e
per tenere costantemente monitorata la situazione e prevenire, con il coinvolgimento degli assessorati regionali competenti, specie nel periodo estivo, il costante abbassamento del livello delle acque del lago.
E’ la proposta "bipartisan" avanzata oggi dai Consiglieri regionali comaschi
,
interessati, le
, il Consorzio dell’Adda, i

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.