Una strada inutile cancella due rotonde

Il Patto di stabilità impedisce di fare opere? Bastava impiegare le risorse con più oculatezza

Riceviamo e pubblichiamo:

L’amministrazione di Gerenzano aveva in programma la realizzazione di due importanti rotonde: una avrebbe sostituito uno dei pochi semafori ancora in circolazione, quello all’incrocio tra Varesina, via Stazione, via XX Settembre; un’altra rotonda sarebbe dovuta sorgere in via Risorgimento, all’incrocio con via Caravaggio, un incrocio pericolosissimo sia per le auto che per i ciclisti.

Negli ultimi tempi è saltata frequentemente fuori la giustificazione dell’impossibilità per il Comune di realizzare molte opere a causa del Patto di Stabilità imposto dal governo centrale, attuale e precedente, che vincola l’utilizzo delle risorse dei Comuni.

Benissimo, ma allora mi chiedo: sarebbe stata più prioritaria una rotonda in Varesina, che in tutte le ore del giorno presenta un traffico da viale Fulvio Testi, oppure una pista ciclabile ed una strada mai percorse, perchè oggettivamente inutili, che portano dritti dritti ad un cancello chiuso?

 Sto parlando della strada che costeggia il Parco degli Aironi e che parte da via Inglesina, proprio nei pressi della cascina. Avrebbe dovuto comportare uno snellimento dell’attraversamento automobilistico soprattutto in via Risorgimento, per quelle vetture dirette alla nuova piattaforma ecologica, e invece è oggettivamente inutile perchè non è mai stato aperto quel famoso cancellone verde.

Una strada senza uscita e senza senso finchè il cancello non aprirà. E’ mancata anche in questo caso una vera pianificazione e lungimiranza nell’utilizzare risorse pubbliche. Qui non è consentito scaricare il barile al Governo di Roma, perchè si tratta di impiegare con più oculatezza le risorse disponibili.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.