«Uno sportello comunale per le energie rinnovabili»

Lo chiede Alessandro Berteotti (Ulivo), tornando ad insistere su uno dei suoi cavalli di battaglia: il connubio fra tecnologia e ambiente

Sull’ambiente, è il tempo che il Comune si dia da fare per sensibilizzare i cittadini, ad esempio istituendo uno sportello per le energie rinnovabili. È la richiesta, in forma di risoluzione, di Alessandro Berteotti, consigliere comunale dell’Ulivo, fedele alla sua linea d’avanguardia in materia di tecnologia e sostenibilità ambientale.

Preso atto della condizione preoccupante dell’ambiente a livello globale, riconosciuta dai governi, della assoluta necessità di intervenire sui fattori del cambiamento climatico (anche e soprattutto a livello locale, checché se ne pensi), della volontà dell’Unione Europea di rispettare il Protocollo di Kyoto e i suoi obiettivi (già una chimera per l’Italia, ndr) e di rendere obbligatorio l’impiego delle energie rinnovabili, Berteotti chiede al Comune di muovere i primi passi in questo nuovo territorio. Tanto più che le amministrazioni locali, in base alla riforma del Titolo V della Costituzione, hanno ora competenze specifiche, che vanno, insieme al recente ddl 691/2006 sulle liberalizzazioni energetiche, a disegnare un nuovo quadro della situazione.

Per tutte queste ragioni Berteotti propone l’istituzione dello SPER, Sportello per le Energie Rinnovabili, cui dovrebbero essere attribuiti i seguenti compiti: diffondere una corretta informazione su sicurezza e risparmio energetico, oltre che su normative e regolamenti in materia; sostenere e favorire l’accesso dei cittadini ai finanziamenti disponibili nel campo delle energie rinnovabili, del risparmio energetico e più in generale dell’ambiente; pubblicizzare le misure adottate in tali ambiti dal Comune, come quelle previste nei Piani integrati d’intevento, o dagli enti gerarchicamente superiori (Provincia, Regione). Il tutto, naturalmente, a titolo gratuito per i cittadini, o meglio già pagato con le tasse.

Infine Berteotti chiede, una volta ultimato e definito il progetto in materia di energia finanziato con contributo regionale e che dovrebbe prendere vita nel corso del 2007, di creare una Agenzia per l’Energia Locale che possa operare anche come coordinamento unico delle attività riferite alle energie rinnovabili, mettendo a frutto esperienze e professionalità acquisite.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.