Va a casa della ex e picchia lei e il fratello

Minacce e percosse anche con il calcio della pistola. Arrestato un 54enne

Ha sfondato la porta di casa della sua ex, poi l’ha massacrata di botte, colpendola anche con il calcio della pistola. Minacce e colpi, che sono costate a un 54enne l’arresto per violenza privata, violazione di domicilio, lesioni, danneggiamento, minaccia aggravata, porto abusivo di arma da fuoco.
L’uomo è un pregiudicato che aveva intrecciato in passato una relazione con la ragazza, una 31enne albanese. Il rancore verso di lei era però ancora forte, tanto che il 54enne ha fatto irruzione a casa nella notte, poi ha cominciato a colpirla con calci e pugni, e anche con l’impugnatura di una calibro 22.

Anche il fratello della ragazza, che dormiva nella stessa casa, in una stanza adiacente, è stato picchiato e minacciato, dopo essere intervenuto a difesa della sorella.

I carabinieri di Gallarate hanno arrestato l’aggressore a casa sua, dove gli hanno anche sequestrato la rivoltella, con due caricatori e il munizionamento. I due fratelli albanesi sono stati medicati all’ospedale civile di Gallarate: hanno riportato contusioni, abrasioni ed ecchimosi, sono stati dimessi con 5 giorni di prognosi. L’aggressore è in carcere a Busto Arsizio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.