Varese abbraccia il mondo del tiro con l’arco

Presentata la tappa di World Cup: 350 atleti di 45 nazioni si daranno battaglia alle Bettole tra il 30 aprile e il 5 maggio

Forse in pochi lo sanno, ma nel 1966 l’ippodromo varesino de Le Bettole ospitò una manifestazione internazionale di tiro con l’arco, la Coppa Europa, che ebbe il merito di far conoscere in città e in provincia una disciplina che avrebbe trovato terra fertile tra i sette laghi.

A quarant’anni di distanza archi e frecce torneranno grandi protagonisti con una tappa di World Cup che riporta Varese nell’elite del tiro con l’arco anche dal punto di vista organizzativo, visto che da quello sportivo vanta da anni un fenomeno assoluto come il pluricampione iridato Michele Frangilli.
Dal 30 aprile (giorno delle verifiche tecniche) al 5 maggio prossimi l’ippodromo varesino ospiterà così un appuntamento di altissimo livello tecnico che radunerà circa 350 atleti, 150 tra tecnici e dirigenti, 45 squadre nazionali dai quattro angoli del mondo, basti pensare che si affronteranno tra le altre le selezioni di Usa, Iran, Iraq, Israele e Libano.

La gara sarà valida come seconda prova di Coppa del Mondo Meteskan e come primo appuntamento del Grand Prix europeo: un evento fondamentale anche perché precede le qualificazioni per le Olimpiadi di Pechino che si disputeranno a Luglio a Lipsia.

La manifestazione è stata presentata nella sala consiliare di Villa Recalcati, alla presenza di autorità politiche (il sindaco Fontana, l’assessore provinciale Longoni e quelli cittadini Ermolli e Giordano) e sportive (il presidente del Coni varesino Origlio). Con loro anche i vertici della Fitarco guidati dal presidente Mario Scarzella (foto sotto, con Michele Frangilli) che è anche il numero uno del circuito europeo.
A presiedere il comitato organizzatore sarà Vittorio Frangilli, padre di Michele e di Carla (anch’essa azzurra, al pari dell’altra varesina Elena Maffioli) e dirigente della Compagnia Arcieri Monica. Il club di Gallarate è la punta di un movimento interessante (in passato ha sfiorato i mille tesserati) che ha altre eccellenza nell’Arcieri Varese e nella Fitarco provinciale presieduta da Mariangela Casartelli.

Grande la soddisfazione, come è logico, di tutti gli intervenuti. Il tiro con l’arco è l’ennesima disciplina che trova un palcoscenico internazionale all’ombra di San Vittore. In attesa del mondiale di ciclismo la città ospiterà nel 2007 i canottieri della Coupe de la Jeunesse e gli arcieri: due occasioni per testare la risposta di Varese e dei varesini e soprattutto per far conoscere a tanti appassionati uno sport affascinante.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.