Verso la conferenza della salute: la Provincia per il “benessere” dei cittadini

Dopo l’ok del Consiglio Provinciale novarese prende forma il nuovo organismo

Sta prendendo forma in queste settimane, e troverà presto un primo momento di presentazione pubblica, un innovativo organismo che la Provincia di Novara promuove nel solco della normativa regionale e nazionale in tema di programmazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali.

È la “Conferenza provinciale della salute”, la cui delibera istitutiva è stata approvata a larghissima maggioranza (un solo astenuto) nell’ultima seduta del Consiglio Provinciale..

«Il nostro obiettivo – spiega l’assessore provinciale alle politiche sociali Massimo Tosi – è quello di rafforzare, in sintonia ed in collaborazione con quanti a vario titolo lavorano nell’ambito socio-sanitario, le politiche per il “ben-essere” dei cittadini. Si tratta di un lavoro complesso ed articolato: ci proponiamo, con la Conferenza, di dare corpo ad un “luogo” il cui gli enti locali interessati possano analizzare i bisogni di salute della popolazione, elaborino gli obiettivi e gli indirizzi metodologici che riguardano gli interventi di loro competenza e ne verifichino i risultati».

La delibera approvata dal consiglio prevede che la Conferenza assuma un forte profilo di partecipazione con una ampia rappresentanza delle istituzioni e delle organizzazioni di base. La Conferenza sarà presieduta dal Presidente della Provincia (o su sua delega dall’assessore alle politiche sociali) e ne faranno parte i presidente delle conferenze dei sindaci dei quattro distretti sociosanitari della provincia, i presidenti degli enti gestori dei servizi socioassistenziali, i direttori generali dell’Asl 13 e dell’Aso “Maggiore della Carità”, tre rappresentanti delle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative nel settore della sanità, un rappresentante del Centro servizi per il volontariato, un rappresentante degli Ordini professionali di medici, farmacisti, veterinari, assistenti sociali e psicologi, due consiglieri provinciali (uno di maggioranza e uno di minoranza).

Della conferenza farà parte anche un membro designato dal Comitato tecnico scientifico, pure istituito dalla delibera approvata dal Consiglio provinciale, di cui fanno parte il dirigente del settore politiche sociali della Provincia, i direttori dei 4 distretti sanitari, i direttori degli Enti Gestori, due rappresentanti di Asl 13 e Aso “Maggiore”, un rappresentante di Cipes Piemonte.

«In questi giorni – spiega l’assessore Tosi – stiamo raccogliendo le designazioni dei diversi enti, per completare la composizione del comitato tecnico e della Conferenza. Una volta chiusa questa fase, ci si accingerà ad una prima convocazione e ad una presentazione pubblica dell’iniziativa».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.