Viale Lombardia, le lamentele degli automobilisti

Centro Commericiale Borgomaneri, una lettrice sottolinea i disagi alla viabilità causati dai lavori. Ascom: «In futuro ci saranno vantaggi»

«Avete in mente Viale Lombardia a Gallarate?». Certamente sono tanti i gallaratesi – e non solo – che risponderebbero “sì” a questa domanda. Viale Lombardia infatti parte dalla rotonda di Cinelandia, subito alla fine del ponte della Mornera, diventa via Vespucci e porta all’imbocco dell’autostrada. Ed è all’angolo con via Venegoni che da qualche mese fervono i lavori. Li sorgerà il nuovo centro commerciale Borgomaneri, che verrà probabilmente inaugurato nel maggio di quest’anno: settanta negozi più un minimarket. «Un centro commericiale atipico» come lo definisce Gianfranco Ferrario, direttore di Ascom Gallarate

Galleria fotografica

Viale Lombardia: ecco i lavori 4 di 15

Naturalmente, un complesso del genere necessita di alcuni lavori alle infrastrutture vicine e alla viabilità. Ed è proprio in riferimento a questi che da tempo alcuni lettori ci segnalano i loro disagi. Venerdì 27 aprile ci ha scritto Eleonora Panfilo, con toni non proprio entusiasti. «Viale Lombardia è quella strada che da mesi crea problemi – scrive Eleonora -, quella che al massimo una settimana fa è stata riasfaltata. Non più tardi di un’ora e mezza fa (circa le 13 di venerdì 27 aprile, ndr) due operai stavano spaccando con un martello pneumatico quel nuovo asfalto intorno a un tombino. Non potevano metterlo a posto prima di asfaltare?». La domanda quindi che è scattata automatica alla mente di Eleonora è quella che lei stessa definisce «la solita domanda: ma perchè vengono buttati dalla finestra i nostri soldi? Almeno arrivano totalmente dagli oneri urbanistici pagati dalla società costruttrice del centro commerciale?».

La risposta – affermativa – arriva dall’assessore ai Lavori pubblici gallaratese Aldo Simeoni. «In questa vicenda il comune non c’entra nulla – spiega Simeoni -. I lavori in viale Lombardia sono di competenza di una conferenza di servizi e sono finanziati dalla società che sta costruendo il centro commerciale. Il comune non può metterci becco». Dopo mesi, la data di fine lavori – solo per quanto riguarda le infrastrutture logistiche intorno all’area – è ora vicina: intorno al 10-15 maggio. «Noi non c’entriamo fino al momento dell’inaugurazione del centro: a quel punto, se qualcosa non funziona, ci mettiamo le mani».

Viabilità a parte, il futuro centro commerciale è al centro di altre discussioni da tempo e non solo da parte di “semplici cittadini”. La storia più recente dell’ex manifattura Borgomaneri inizia nel 1998 e “finisce” nel luglio del 2002 quando arriva il via libero al centro commerciale in viale Lombardia. Da qui in poi però le voci discordanti – soprattutto in relazione all’impatto di una struttura simile – non si sono certo assopite: la stessa Ascom si dimostrava nel dicembre 2005 piuttosto critica. «La realtà però è in continuo cambiamento – spiega oggi Ferrario -. Questa struttura avrà un impatto notevole e per alcuni aspetti positivo sul commercio e sull’occupazione. Anche la viabilità a mio parere ora presenta dei disagi, ma in futuro porterà vantaggi al traffico».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 aprile 2007
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Viale Lombardia: ecco i lavori 4 di 15

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.