Visite ed esami medici: il numero verde inizia a funzionare

A due anni di distanza, il call center unico per le prenotazione di visite ed esami medici è quasi pronto. Entro la fine dell'anno sarà messa in rete l'85% delle agenda

Era iniziato un po’ in sordina nel nord della provincia. Poi è stato esteso a tutto il territorio provinciale, ma sempre in fase sperimentale.
Da quest’anno il numero verde per le prenotazione di visite ed esami medici è diventato una realtà.

Il numero 803.000 dall’inizio del 2007 può contare su un sistema di "agende" finalmente integrate tra aziende ospedaliere pubbliche e private.
«Mettere in piedi la rete non è stato semplice – afferma il Direttore sanitario dell’Asl Fabio Banfi – siamo partiti dal censimento delle agende di tutte le realtà e vi assicuro che ci ha richiesto molto tempo. Abbiamo dovuto investire in tecnologia, potenziando il sistema informatico per accogliere tutti i dati. Il sistema, a questo punto, deve ancora essere perfezionato ma siamo in dirittura d’arrivo».

In questi due anni, la centralizzazione del servizio di prenotazione ha provocato alcuni disguidi: «All’inizio ci sono stati dei problemi organizzativi – ricorda Banfi – alcune strutture avevano diviso la propria agenda riservando uno spazio fisso per il call center centrale. Data, però, la scarsa dimestichezza da parte dei pazienti con il numero verde, si erano creati dei problemi organizzativi interni, con agende pesantemente sbilanciate».

Il problema principale è stato proprio quello di informatizzare agende che, per consuetudine, viaggiavano sottobraccio del primario o della segretaria di reparto. Oggi, il lavoro di "perfezionamento" consiste nel rendere omogenee, dopo le agende delle prime visite anche quelle per i controlli : entro la fine dell’anno si reputa che l’85% delle rete sarà coperto.

Il call center proporrà al paziente il primo posto libero in provincia o, in alternativa, la data relativamente alla struttura preferita. Andando a regime, il servizio potrà perfezionarsi inviando un richiamo via SMS per ricordare l’imminente scadenza. Da parte sua il paziente potrà agilmente disdire l’appuntamento, evitando il fastidioso fenomeno delle defezioni non segnalate.
Centralizzando il servizio, l’Asl spera anche di eliminare la ricorrente abitudine di "chiudere" le agende , quando le prenotazioni hanno raggiunto livelli ingestibili.

Il numero verde, dunque, si pone l’obiettivo di porsi quale alternativa efficiente ed efficace alle code agli sportelli: « Quasi tutte le realtà mediche si sono dotate di sistemi alternativi allo sportello. Chi ha disseminato uffici sul territorio in accordo con i comuni, chi ha investito nella prenotazione on line. Vogliamo fare chiarezza dando un mezzo alternativo unico e veloce perchè telefonico. Gli altri sistemi rimarranno in vigore, come quello delle farmacie che hanno dimostrato di fornire un servizio molto apprezzato e utilizzato dalla popolazione».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.