Welfare dello sviluppo ne discute Confcooperative

Giovedì 12 aprile l'assemblea nazionale di Federsolidarietà dal titolo "La comunità si fa impresa"

Un confronto a tutto campo con la Regione Lombardia su welfare e cooperazione. E’ questo l’obiettivo che si pone Confcooperative-Federsolidarietà Lombardia con l’Assemblea annuale “La comunità si fa impresa: le proposte di Federsolidarietà per un welfare dello sviluppo”, in programma il 12 aprile 2007 a partire dalle 9,30 all’Auditorium Gaber, in piazza Duca d’Aosta 3 a Milano.

 

Forte delle 987 cooperative sociali aderenti, che rappresentano il 76% di tutta la cooperazione sociale lombarda, Federsolidarietà ha scelto di presentare al presidente della Regione Lombardia Formigoni le proprie proposte per un welfare dei diritti e dei doveri.

Federsolidarietà Lombardia vuole riconfermare alle istituzioni, in particolare a quella regionale,  l’impegno della cooperazione sociale ad assumersi con continuità, innovazione e rischio la responsabilità di dare risposte ai bisogni sociali. A testimonianza di questo impegno ricordiamo che le cooperative di inserimento lavorativo (quelle di tipo B), pur rappresentando solo il 2 per mille dell’economia italiana contribuiscono con una quota del 7% dell’inserimento di soggetti disabili che a loro volta rappresentano il 45% della forza lavoro di queste cooperative.

 

L’intento dell’assemblea è di stimolare una riflessione sul sistema normativo lombardo delle politiche sociali, proponendo una regolazione che abbia come baricentro l’individuazione dei diritti fondamentali da garantire a ciascun cittadino. Un welfare che, a partire dalla centralità e valorizzazione della comunità come luogo attivo, imprenditivo e capace di attivarsi per il proprio sviluppo economico e sociale, scelga di supportarla attraverso la valorizzazione dei soggetti e delle risorse che lo caratterizzano.

Questi temi saranno affrontati nelle relazioni del presidente di Confcooperative Lombardia Maurizio Ottolini, del presidente di Federsolidarietà Lombardia Alessandro Giussani e del consigliere Guerini. Concluderà i lavori la presidente nazionale di Federsolidarietà Vilma Mazzocco.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.