A novembre il via il nuovo Corso di Formazione Volontari di “Varese con Te”

Gli incontri si terranno al mercoledì sera nella sede di via San Michele del Carso. Obiettivo: alleviare le sofferenze dei malati terminali

Saranno 10 incontri con medici, professionisti e testimoni di un’attività di servizio tanto preziosa sul piano sociale quanto arricchente su quello personale.

Costituita nel 1992 quale associazione per l’assistenza domiciliare alle persone affette da tumore in fase avanzata e ai loro familiari, l’onlus “Varese con Te” propone anche per quest’anno l’ormai consolidato “Corso di Formazione Volontari”. L’iniziativa prenderà il via all’inizio di novembre e si svolgerà settimanalmente in orario serale, al mercoledì dalle 20.30 alle 22.00, fino gennaio negli uffici della sede di “Varese con Te” che si trovano in via San Michele del Carso 161.

«Per la nostra associazione il corso di formazione volontari, giunto alla sua quarta edizione – sottolinea il presidente Italo Belli -, costituisce un momento privilegiato di contatto con persone sensibili, capaci di offrire la loro disponibilità e le loro competenze in un’attività di grande rilievo sociale».

In quest’edizione 2007/08 il corso si caratterizzerà per un’attenzione allargata dagli aspetti dell’assistenza diretta ai malati terminali alle altre attività indispensabili al buon esito dell’impegno di “Varese con Te”: «Certo, dopo una prima fase comune, volta a far acquisire a tutti i partecipanti le conoscenze di base per collaborare con la nostra associazione, il corso si articolerà in filoni specifici e tirocini formativi differenti».

A fianco del tema dell’assistenza, i volontari potranno infatti affinare le proprie competenze anche nell’ambito dell’amministrazione e della segreteria di una onlus quale “Varese con Te”, ma pure nella ricerca dei fondi o dell’organizzazione degli eventi: «Siamo convinti che ciascuno possa portare il suo mattone alla costruzione della nostra attività. C’è chi può spendersi direttamente nell’assistenza, ma anche chi desidera dedicarci il suo tempo in attività a lui più congeniali: è il caso appunto della segreteria e dell’organizzazione. Un impegno personale comunque utilissimo al buon esito della vita associativa di “Varese con Te”» continua il professor Italo Belli, primario emerito dell’Ospedale di Circolo, prima di ricordare come lo slogan di quest’anno sia “Inguaribili, ma non Incurabili”: «Vogliamo per far cogliere l’importanza di come nei confronti di un malato terminale, benché ormai purtroppo non più guaribile, ci sia un grande impegno da spendere sul piano della cura della sua persona in termini sia di medicina palliativa, sia di assistenza psicologica».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.