A Varese l’ordine degli ingegneri è donna

L’ingegner Roberta Besozzi, 58 anni,Laurea al Politecnico di Milano in Ingegneria Civile a indirizzo Strutturistico, è il nuovo presidente dell'orduine

L’Ordine degli Ingegneri di Varese ha un nuovo presidente. E per la prima volta si tratta di una donna: al vertice dell’organismo che raggruppa i 1.900 ingegneri della nostra provincia è stata chiamata infatti Roberta Besozzi.

Laurea al Politecnico di Milano in Ingegneria Civile a indirizzo Strutturistico, l’ingegner Roberta Besozzi, 58 anni, opera nel settore della progettazione architettonica e strutturale da oltre trent’anni. Di lungo corso il suo impegno nella vita dell’Ordine, che risale al 1993: è di quell’anno infatti la sua prima nomina all’interno del Consiglio, dove ha rivestito gli incarichi di tesoriere e vicepresidente. Da dieci anni e’ poi segretario della consulta degli Ordini della Lombardia e ha fatto parte di commissioni del Consiglio Nazionale.

Al centro del suo impegno nel mandato presidenziale ci sarà l’aggiornamento professionale: «C’è una domanda crescente di formazione con l’esigenza di un aggiornamento sempre più diversificato. E questa attenzione emerge soprattutto nei tanti giovani che si stanno affacciando alla professione: è in aumento infatti il numero delle iscrizioni all’Ordine varesino» sottolinea l’ingegner Besozzi prima di precisare che «La diversificazione delle richieste deve però andare di pari passo con una visione integrata dei saperi specialistici. Ecco perché verranno attuati anche corsi interdisciplinari».

In questa logica s’inserisce il recente accordo con gli altri Ordini tecnici della provincia di Varese – quelli degli Architetti, dei Geometri e dei Periti – per avviare progetti di formazione comuni e coordinati, evitando così di sovrapporre le rispettive iniziative.

«Stiamo inoltre pensando – continua l’ingegner Besozzi – alla proposta di visite di formazione e crescita professionale per i colleghi varesini da realizzare in collaborazione con gli altri Ordini degli Ingegneri: il primo caso sarà quello di Venezia in programma il 23 novembre con l’opportunità di approfondire le nostre conoscenze sul cantiere del ponte di Calatrava e del nuovo ospedale di Mestre».

Ritornando, invece, ai corsi di formazione, il primo prenderà il via a novembre e sarà dedicato alla “Certificazione energetica”: svolta in collaborazione con la Regione Lombardia, quest’iniziativa porterà i partecipanti all’iscrizione negli elenchi dei soggetti certificatori. Per facilitare la presenza, il corso si terrà in due sedi: a Varese, presso gli uffici dell’Ordine di via Cavour, e a Castellanza.

Il 7 e 14 novembre, sempre presso la sede varesina dell’Ordine, sono poi in programma due incontri sul fotovoltaico, mentre a gennaio inizierà un corso tenuto dal professor Biasoli del Politecnico di  Torino sulla normativa sismica.

Un’intensa attività che culminerà l’anno prossimo con un convegno sulla sicurezza nei cantieri che, promosso dagli Ordini degli Ingegneri dell’intera Lombardia, si terrà a Varese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.