Adelina: “Aiutatemi ad aiutare chi sta male”

Accorato appello dell'ex schiava del racket della prostituzione ora in prima linea contro ogni sopruso

Adelina chiede aiuto. Come sempre in prima linea contro soprusi e per aiutare chi è in difficoltà, l’ex schiava del racket della prostituzione ora è un’instancabile operatrice che pur di aiutare gli altri non mangia e non dorme. L’ultima emergenza per la quale chiede aiuto e denuncia la mancanza di interesse da parte della società civile e delle istituzioni nasce a Milano: «Ospito da tre giorni in casa mia padre, madre e una bimba di 5 anni che non sanno dove andare, mentre una ragazza vittima di soprusi è stata portata poche ore fa in un centro grazie all’intervento dell’ispettore Manco – spiega Adelina -. Sono tre giorni che non dormo e non mangio, sto cercando di aiutare più gente possibile, ma se nessuno aiuta me come faccio?». Per contattare Adelina ci si può collegare al sito www.adelina113.altervista.org.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.