All’auditorium si parla di “Russia Cristiana”

Appuntamento per giovedì 11 ottobre, alle 21.15, con Romano Scalfi intervistato da Pigi Colognesi, in occasione del ciclo di incontri “Quid est veritas? Testimoni della verità”

Per il ciclo d’incontri organizzato dalla fondazione San Giacomo: “Quid est veritas? Testimoni della verità”, nuovo appuntamento giovedì 11 ottobre alle ore 21:15 all’Auditorium della fondazione in piazza XXV Aprile, 1 a Busto Arsizio. Ospite della serata padre Romano Scalfi, fondatore di “Russia Cristiana”, una rivista attorno alla quale sono confluiti, nei decenni, studiosi e appassionati, che verrà intervistato dal giornalista Pigi Colognesi, autore del libro “Russia Cristiana”. Giovedì prossimo ci sarà una nuova occasione per poter incontrare un altro “testimone della verità” con la testimonianza di S.E. Mons Michel Kassarji, vescovo della Diocesi Caldea di Beirut impegnato in un “Appello per i cristiani iracheni rifugiati in Libano”. 

Come descritto nella quarta di copertina di Russia Cristiana: “Per gli amanti della Russia, il nome di Romano Scalfi è un’epopea. In Italia, Russia Cristiana svolge attività editoriali, promuove convegni e pellegrinaggi”.

Padre Romano Scalfi ha fondato la rivista “Russia Cristiana” con l’intento di far conoscere la tradizione letteraria, artistica e religiosa della Russia e di dar voce al samizdat, l’autoeditoria clandestina, facendosi portavoce della difesa dei diritti religiosi ed umani. Nel 1992 il periodico diventa “La Nuova Europa”, luogo di dibattito e di confronto sulle problematiche sociali, culturali e religiose del continente. Lo staff redazionale, che oggi vanta uomini di cultura di molti paesi europei e il ventaglio dei temi trattati fanno de “La Nuova Europa” un prezioso strumento di dialogo internazionale.

Pierluigi Colognesi  ha lavorato per tre anni con padre Romano Scalfi, dedicandosi in particolare alla rivista “La Nuova Europa”, alle edizioni de La Casa di Matriona e alle iniziative della Fondazione Russia Cristiana. Collabora con le pagine culturali di diversi quotidiani e riviste.

Gli incontri, ad ingresso gratuito, sono aperti a tutti gli interessati, con registrazione obbligatoria prima dell’inizio. Per maggiori informazioni è possibile contattare la segreteria della Fondazione, telefono: 0331.336.390.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.