Aurelio Grimaldi sceglie Luino per presentare la sua “Anita”

Il nuovo film del celebre regista che studiò a Luino è incentrato sulla figura della moglie di Garibaldi. Nel bicentenario della nascita Luino lo ricorda con una conferenza


Luino dedica una conferenza a Garibaldi nel bicentenario della sua nascita. Saranno Pierangelo Frigerio, storico locale, Angelo Aschei e il professor Giovanni Petrotta a ricordare gli episodi luinesi del Risorgimento che videro Garibaldi protagonista proprio a Luino. L’incontro pubblico, che si terrà il 3 novembre alle 17 a Palazzo Verbania, sarà preceduto da un grande evento di respiro nazionale che si terrà lunedì 29 ottobre al teatro Sociale; Aurelio Grimaldi, regista affermato che fece scalpore negli anni ’90 con un libro come " Mery per sempre" e un film come "Ragazzi Fuori", torna a Luino, dove ha vissuto dal ’59 al ’77, con l’anteprima del suo nuovo film sulla vita di Anita Garibaldi dal titolo "Anita – Una vita per Garibaldi". Il film racconta la vicenda storica e la storia sentimentale che ha legato i due personaggi al di là di ogni difficoltà e battaglia combattuta dal grande Eroe dei due mondi.

Galleria fotografica

Garibaldi a Luino 4 di 11

La figura di Anita, pasionaria brasiliana che combatteva per l’emancipazione dei popoli già prima di conoscere Garibaldi, viene messa in primo piano e la sua figura viene esaltata come parte fondamentale della vita di Garibaldi. A Luino il condottiero combattè con la febbre un plotone di 700 austriaci ricacciandoli dal paese. Questo episodio è tra quelli che vengono ricordati più spesso anche nei libri di storia. A Luino i segni del passaggio di Garbialdi sono moltissimi a partire da quello più emblematico, ovvero la statua eretta in suo ricordo quando egli era ancora in vita, si tratta della prima statua dedicata all’eroe dei due mondi in Italia.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 ottobre 2007
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Garibaldi a Luino 4 di 11

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.