Azione Giovani: “Un successo per la destra moderata varesina”

Per gli organizzatori la manifestazione ha portato in piazza un migliaio di persone

Riceviamo e pubblichiamo

 

Un Fiume di oltre 1000 studenti. Si potrebbe sintetizzare così la mattinata di oggi contrassegnata dallo sciopero studentesco organizzato a Varese da Azione Giovani, Azione Studentesca ed Azione Universitaria.

Ragazze e ragazzi sono giunti di prima mattina e da tutta la provincia di Varese in Piazza Repubblica da dove poi un corteo pacifico e colorato si è mosso alla volta di Piazza del podestà bloccando per qualche minuto il traffico del capoluogo.

La questura ha confermato i numeri degli organizzatori che parlano di oltre 1000 ragazzi. Una cifra record per Varese che testimonia il profondo disagio dei ragazzi nei confronti della riforma della scuola (l’ennesima) proposta dal Ministro Fioroni e dal Governo Prodi.

Molti gli slogan urlati a gran voce da tutto il corteo proprio all’indirizzo del Ministro dell’ Istruzione e al Presidente del Consiglio con l’invito, pacato, ma deciso, ad andare a casa lasciando spazio ad altri.

Le accuse mosse dai giovani manifestanti quelle di non saper comprendere ed ascoltare le giovani generazioni e di sbagliare profondamente l’atteggiamento verso gli studenti che sempre più appare come punitivo e censorio. Un errore grossolano che rischia di allontanare ancora di più i giovani dalle strutture formative.

 

Il corteo si è svolto senza alcun problema nonostante il tentativo maldestro di alcuni giovani esponenti del centro sinistra varesino (circa 30) di interrompere la marcia. Iniziative per altro subito contenute con gradevole fermezza da parte delle forze dell’ordine che si sono complimentate con Azione Giovani e i suoi responsabili per l’ottima organizzazione e riuscita del corteo.

Dopo la Vittoria nelle elezioni per la consulta provinciale, insomma, la destra moderata varesina segna un altro importante punto a favore e si fa carico una volta di più di portare la voce di tutti i ragazzi e le ragazze della Provincia di Varese alta verso gli addetti ai lavori.

Il consigliere comunale di Varese Stefano Clerici (Presidente Provinciale di AG) ha tenuto un breve comizio conclusivo in piazza del Podestà nel quale ha ribadito che:

Azione Giovani ha voluto fare da sola, con i propri simboli, senza temere il flop…ed è riuscita ad ottenere un successo per tutti i ragazzi e le ragazze delle scuole. Tanto che la manifestazione della sinistra che era stata programmata…si è dovuta sciogliere immediatamente non avendo raccolto più di 20 ragazzi. Ma qui non è una gara tra destra e sinistra…si trattava di portare la voce di TUTTI gli studenti…e a quanto pare i ragazzi hanno scelto di farlo tramite Azione Giovani e il nostro appuntamento di oggi. A chi sta a Roma – prosegue Clerici – comodamente seduto in poltrone strapagate e ci guarda senza volerci capire e ci giudica come bamboccioni, rispondiamo che se essere bulli e bamboccioni vuol dire avere il coraggio di scendere in piazza a rivendicare il diritto ad un futuro, allora noi siamo orgogliosamente bulli e bamboccioni!

 

Azione Giovani Varese

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.