Basalari (Agesp): “I lavoratori sapevano che a Castellanza doveva subentrare una nuova azienda”

Si ridimensiona il "caso Agesp": i tempi stretti della pronuncia del Tar hanno colto "in contropiede" l'azienda. "Faremo ricorso nuovamente" dicono da via Marco Polo

La mattinata in Agesp è stata poco tranquilla per tredici dipendenti che si sono visti "dirottare" ad altra azienda senza preavviso: da lunedì lavoreranno per Aimeri Ambiente, società che ha vinto l’appalto per i servizi di pulizia strade e raccolta rifiuti a Castellanza. In via Marco polo, comunque, non ci si scompone per il qui pro quo. «Alcuni di questi lavoratori erano già stati dipendenti di Aimeri fino al 2002, anno in cui avevamo vinto l’appalto del Comune di Castellanza per i servizi ambientali – che, come accade di norma, prevede il mantenimento dei posti di lavoro» spiega Giuseppina Basalari, presidente di Agesp SpA.

Il pasticciaccio della sospensiva chiesta al Tar dopo la gara d’appalto persa quest’estate si è consumato negli ultimi due giorni: l’altro ieri la sentenza del tribunale regionale, comunicata ieri all’azienda, che a sua volta non è riuscita per ragioni di tempo ad avvisare i dipendenti prima di stamattina. Da qui lo sconcerto e la rabbia di questi ultimi. I quali tuttavia non potevano non sapere, aggiunge Basalari, che qualcosa stava bollendo in pentola: «Avevamo comunicato agli interessati che l’appalto era andato perduto, e che ciò comportava che a partire dal 1° ottobre avrebbero dovuto cambiare datore di lavoro, ma che avevamo fatto ricorso e pertanto anche dopo tale data sarebbero rimasti con noi per qualche tempo». Il Tar ha agito con tempestività, e ora Agesp è pronta a ricorrere nuovamente nel merito della gara: non va proprio giù la perdita dell’importante appalto, «tanto più che mai da Castellanza vi erano state lamentele per la qualità del servizio». Si spera che l’accaduto sia utile a evtare in futuro equivoci e fraintendimenti a danno dei dipendenti: intanto spetterà al sindacato, lesto a fustigare Agesp dopo il presidio di questa mattina, negoziare con la nuova società di servizi ambientali attiva a Castellanza condizioni contrattuali confacenti a quelle già previste sotto Agesp.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.