«Basta offese all’opposizione»

Il Gruppo Ulivo per Tradate scrive al sindaco dopo quanto accaduto nell’ultimo consiglio comunale: «Rispetto per la minoranza»

Un consiglio comunale teso, tra battutine sarcastiche e alzate di voce. Tanto che lo stesso presidente del consiglio ha invitato alcuni consiglieri ad uscire dalla sala consigliare. Questo ha sollevato non poche polemiche da parte dei consiglieri della minoranza: «Riteniamo quanto accaduto durante la seduta consiliare del 28 settembre molto grave e non utile per la città – spiegano i consiglieri del Gruppo Ulivo per Tradate che hanno presentato una lettera di lamentele al sindaco e al presidente del consiglio comunale -. Continue provocazioni, gratuite offese e attacchi personali non risolvono i problemi della collettività e sviliscono il ruolo delle istituzioni; è inoltre fin troppo evidente che mancando di rispetto ad una parte dei consiglieri comunali si manca di rispetto ad una parte non certo secondaria di cittadini».

«Alla prima seduta consiliare di questa legislatura, preso atto del risultato elettorale – spiegano i consiglieri del centrosinistra -, abbiamo chiesto solo una cosa al Sindaco, alla Giunta e alla maggioranza: rispetto per il ruolo delle minoranze, i cui componenti, per inciso, svolgono il proprio compito fra mille difficoltà e sacrifici, non essendo politici di professione. Dopo alcuni buoni propositi, abbiamo la netta impressione che all’opposizione non sia riconosciuta alcuna dignità.

Non essendo più possibile tollerare vostri atteggiamenti come quelli tenuti allo scorso Consiglio comunale, attendiamo urgentemente gesti concreti da parte Vs. affinché si possa tornare ad avere, per il bene della Città e delle istituzioni, un confronto civile e realmente democratico».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.