Brebemi, più impegno al Governo

A chiederlo è il Collegio di Vigilanza dell'Accordo di Programma

Passi in avanti per la Brebemi,  il collegamento autostradale di connessione tra le città di Milano e Brescia . Il Collegio di Vigilanza dell’Accordo di Programma per la realizzazione con riferimento ai rilievi formulati dalla Corte dei Conti in merito allo schema di convenzione unica Brebemi-Cal, condivide infatti il lavoro svolto da Cal. Le conclusioni raggiunte sono state riportate nella relazione esplicativa, inviata dal presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni e dall’assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Raffaele Cattaneo, al ministro delle Infrastrutture, Antonio Di Pietro il 4 ottobre scorso, relativa alla modalità di calcolo dell’importo cumulato degli appalti per i lavori complementari al progetto del Collegamento autostradale.

Il Collegio di Vigilanza considera però fondamentale che si
mantengano tutte le condizioni per poter proseguire l’iter
previsto dalla legge e garantire la prosecuzione delle attività
previste dall’Accordo di Programma per poter rispettare le
tempistiche di realizzazione di un’opera fondamentale e sempre
più urgente per dare risposta alle esigenze di mobilità della
Lombardia.

L’organo chiede perciò al presidente del Consiglio e a tutto
il Governo di impegnarsi fattivamente
per il chiarimento e la
risoluzione di tutte le problematiche che costellano ormai da
tempo il relativo iter realizzativo. Ancora chiede che i
provvedimenti approvativi, nello specifico, il parere Cipe
(Comitato interministeriale programmazione economica) ed il
decreto interministeriale di approvazione delle convenzioni,
ottengano al più presto, cioè nei tempi previsti dall’Accordo di
Programma (13 novembre 2007), la prevista registrazione da parte
della Corte dei Conti

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.