Brezzo “battezza” sette diciottenni

Si è svolta per il settimo anno l'annuale battesimo civico alla presenza del sindaco Boldrini e numerose autorità

Sabato
6 ottobre 2007 è stata una giornata importante e ricca di avvenimenti per la
comunità di Brezzo di Bedero. Si è festeggiato il primo anniversario
dell’apertura del negozio di generi alimentari, che ha soddisfatto un’esigenza
veramente molto sentita dalla popolazione. Ma soprattutto, come ha sottolineato
il Sindaco, alla soddisfazione di poter usufruire di un servizio così
importante per i Cittadini, si unisce la piacevole sorpresa che il mercatino di
Arianna e Luca è diventato un luogo di aggregazione e fare la spesa è ritornato
ad essere un’ottima opportunità di incontro per gli abitanti di Brezzo di
Bedero.



Subito
dopo, a distanza di pochi metri dal negozio, si è svolto al centro culturale
“Casa Paolo” il “7° Battesimo Civico dei diciottenni”, i cui protagonisti sono
stati i 7 ragazzi che nel corso del 2007 hanno compiuto 18 anni: Anita Grassi Sharmayne
Pedroletti, Giulia Perin, Jennifer Poloni, Jessica Segrada, Sara Spozio e Lorenzo
Vernocchi
. Quest’anno
l’Amministrazione comunale ha voluto affiancare alla cerimonia la “Festa dei
Nonni”, con lo scopo di creare un incontro di due generazioni e trasmettere ai
ragazzi i valori e gli ideali che sono fondamento di una solida comunità
civile. Una
rappresentativa degli anziani di Brezzo di Bedero era presente insieme ai
volontari dell’ associazione AVULLS di Brezzo di Bedero, che organizzano ed
animano le riunioni settimanali del gruppo.


La
manifestazione è stata introdotta dal Sindaco Daniele Boldrini con un ricordo
della Signora Ingeborg Hausmann, di cui ricorre il centenario dalla nascita (avvenuta
il 15 settembre 1907). La moglie del grande pianista Paul Baumgartner è stata
l’ultima persona ad abitare nella casa che ospita il Centro culturale di Brezzo
di Bedero, un patrimonio di cui la collettività può usufruire grazie alla
generosa scelta dei coniugi Baumgartner di donarla al Comune, insieme al
prezioso pianoforte e ad un patrimonio librario, che l’Amministrazione comunale
intende preservare e riordinare come merita. Alla
cerimonia era presente il Parroco di Brezzo di Bedero Don Domenico, che si è
rivolto con affetto e calore agli anziani ed ai diciottenni. Prima
dell’intervento del Sindaco sono stati letti i messaggi pervenuti dal
Presidente del Consiglio dei Ministri, dai Presidenti del Senato, della Camera
dei Deputati e della Regione Lombardia.


Il
significato della cerimonia è stato spiegato ai ragazzi presenti direttamente
dalla sua ideatrice, Donata Mina Stocchi, già Assessore e Sindaco per due
mandati del Comune di Lavena Ponte Tresa. Considerato che l’iniziativa del
Battesimo Civico dei Diciottenni ha ottenuto negli anni vari riconoscimenti,
tra cui le medaglie conferite dal Presidente della Repubblica, Boldrini ha
voluto sottolineare l’importanza dell’intuizione di Donata Mina e l’onore di
poterla avere tra gli ospiti a Brezzo di Bedero. Molto
apprezzati sono stati anche gli interventi del Sindaco di Casalzuigno Angela
Viola, dell’Assessore Provinciale Andrea
Pellicini, del Presidente della Comunità Montana Valli del Luinese Ido
Locatelli, del rappresentante del Comune di Mesenzana Romeo Testa e dei
Dirigenti Scolastici di Germignaga, Professoressa Marilena Passera e del Liceo Vittorio
Sereni di Luino, Professor Emilio Rossi.


La Presidente della Sezione AVIS di Luino, Maria Rosa Sala ha chiuso le
“raccomandazioni” ai ragazzi rivolgendo loro un accorato appello per
sensibilizzarne l’avvicinamento al mondo del volontariato, sottolineando, in
particolare, la grande soddisfazione che provano i donatori di sangue nel poter
portare un aiuto concreto alle persone che soffrono. La
cerimonia si è conclusa con la consegna ai diciottenni di un attestato ricordo,
del testo della Costituzione della Repubblica Italiana e della bandiera
tricolore, ricordando loro che essa rappresenta non solo il simbolo
dell’identità nazionale, ma ognuna delle vittime che per quella bandiera, per
la pace, per la libertà e la democrazia hanno sacrificato la propria vita.

Alle ragazze ed agli ospiti femminili l’Amministrazione comunale ha
consegnato un omaggio

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.