Busto Arsizio set del nuovo video dei Relaypse

Ecco le prime immagini delle riprese realizzate alla palestra Andrea Felli. La band è molto nota al pubblico metal

Varese come Hollywood? Più o meno, visto che è ormai in netta crescita il numero di produzioni audiovisive che scelgono le nostre zone come location. Non sempre vengono scelti paesaggi lacustri o antichi: anche una semplice palestra, in fondo, può costituire un set perfetto per un videoclip di musica metal. Perchè quello che serve realmente a chi cerca una location non è solo un paesaggio, ma anche una serie di servizi.

Ultimo caso di produzione tutta varesina è il nuovo video della band milanese dei Relaypse, realizzato dal regista Mino di Vita. I Relaypse sono una band milanese dallo stile particolarmente ricercato ed originale, ben distanti dalla solita immagine del gruppo metal. Il loro brano "Lost for the Victory" ha già ottenuto diverse fortune, costituendo ad esempio la sigla dei combattimenti di wrestling della serie XIW War. La canzone è il primo singolo dell’album Mexico, nei negozi da circa un anno.

«La canzone parla di quello che ognuno di noi può arrivare a fare pur di raggiungere i suoi obiettivi, senza scrupoli», racconta il regista Mino di Vita, «Così ho voluto rappresentare la competizione con una metafora sportiva. Inizialmente pensavamo ad una pista di atletica con dei corridori, ma non appena abbiamo visto la palestra di Busto Arsizio ce ne siamo innamorati, ed abbiamo optato per gli schermidori vestiti di bianco, i veri atleti di quella palestra».

Come è arrivato un regista di Milano a scegliere la palestra Andrea Felli di Busto? Questa volta ci ha messo ancora lo zampino la B.A. Film Commission della Provincia di Varese e dell’Alto Milanese, che promuove il nostro territorio come set per produzioni audiovisive. «Offriamo a tutte le case di produzione servizi di ricerca location, con l’ottenimento dei permessi a costo zero», ci racconta Chiara Rosanna della Film Commission, «Inoltre facciamo da tramite tra la location di ripresa e i servizi presenti sul territorio, stimolando le collaborazioni».

Il risultato è stato più che ottimo, oltre che promettente: «Le location sono spesso difficili da trovare, ma grazie al contatto con il circuito di Film Commission abbiamo trovato una soluzione efficace ai nostri problemi», spiega il regista, «Nei nostri confronti c’è stata una disponibilità che spesso non si trova a Milano, per questo ormai abbiamo scelto la Commission come nostro location manager di punta».

Il video, in realtà, avrebbe potuto avere anche una seconda parte, non realizzata per necessità di accelerare le riprese: «Avevamo appositamente diviso la trama in due parti, immaginando che la seconda fosse più difficile da realizzare. L’idea era quella di far entrare uno schermidore vestito di nero dalla finestra, quello che compete in modo disonesto con gli altri. In ogni caso sono veramente soddisfatto delle riprese così come sono ora».

Anche il gruppo è felice del lavoro e, anzi, spera persino di trarre un altro video dal backstage. «Molto probabilmente questo video sarà trasmesso da Rock Tv», racconta il cantante Cristiano, «Purtroppo sarà più difficile vederlo su tv musicali generaliste, perchè il mercato italiano non è così aperto a generi come il nostro». Il gruppo, però, nei suoi 14 anni di attività ha imparato a promuoversi molto bene, abbinando i suoi lavori ad altri media, forse meno analizzati ma più vicini alle loro caratteristiche: «Sigle di programmi sportivi, musiche per videogiochi: abbiamo capito che sono questi i veicoli nuovi da sperimentare per ottenere attenzione in Italia», chiarisce il cantante, «Le cose sono diverse nel nord-est di Europa, dove il pubblico conosce meglio il genere, impara le nostre canzoni a memoria ed abbiamo persino dei camerini ai concerti. Un rispetto per il nostro lavoro che spesso qui è difficile trovare».

Intanto, anche grazie ad un prodotto come il video realizzato a Varese (il primo con questa qualità), i Relaypse continuano per la loro strada: «Abbiamo già registrato sette pezzi per il nuovo disco, oltre ad una cover di Michael Jackson: noi continuiamo a fare quello che ci piace, sicuri che tutto andrà per il meglio». In fondo questo è anche il tema di Lost for the Victory, un brano sorprendentemente "etico" che, alla fine, ricorda: puoi ottenere quello che vuoi anche senza barare, e solo così ne vale la pena.

Nel frattempo aumentano le probabilità di ascoltare i Relaypse proprio qui in provincia. Maggiori dettagli arriveranno nei prossimi giorni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.