“Cemento Armato”: dalle notti prima degli esami alle notti di piombo

La squadra dei film generazionali con Nicolas Vaporidis vuole stupire, cambiando genere

Basta con le classi scolastiche e gli esami di maturità: la fortunata coppia di sceneggiatori Marco Martani e Fausto Brizzi, alle spalle di "Notte prima degli esami" e "Notte prima degli esami oggi", ha presentato il suo nuovo progetto, che abbandona almeno in parte il loro format di successo.
 
"Cemento Armato" non è una commedia ma un violento thriller metropolitano, presentato ufficialmente solo questa settimana. Avrebbe dovuto passare per Venezia, ma i tempi di lavorazione sono stati più lunghi del previsto.

Galleria fotografica

Cemento Armato, il film 4 di 12

Si tratta di un film che vuole riscoprire la tradizione del cinema di genere degli anni Settanta italiani, traendo ispirazione anche da molta letteratura noir nostrana. La città di riferimento è una Milano difficile, competitiva, violenta.

Sarà interessante vedere come affronterà la solita squadra di artisti (non mancano gli attori Nicolas Vaporidis, Carolina Crescentini, Dario Cassini e Giorgio Faletti) un copione così diverso.
 
Il pubblico di riferimento rimane quello dei giovani (è centrale la storia d’amore), ma Marco Martini ha confermato l’intenzione di incontrare un pubblico più ampio. Intanto la critica che ha potuto vedere il film in anteprima sembra nettamente separata in due fazioni, sia per quanto riguarda la scelta di genere, sia per le performance attoriali. Ora resta da vedere come risponderà il pubblico a questo esperimento, più coraggioso del previsto.
 
Il film debutterà nelle sale il 5 ottobre, in 320 copie. Per conoscere la programmazione, seguite VareseNews Cinema.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 ottobre 2007
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Cemento Armato, il film 4 di 12

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.