Colombo: “Alla riunione del Cuv con Bianchi non andrò”

Il sindaco di Somma Lombardo critico con il ministro: "Altre le cose importanti da discutere". Dura la risposta di Merletti: "Fa solo confusione"

I sindaci del Cuv (Consorzio Urbanistico Volontario) a Roma per incontrare Bianchi? Guido Colombo primo cittadino di Somma Lombardo non ci andrà: «È una presa in giro il fatto che ci abbia convocato per una seconda volta per discutere di aspetti relativi e non pregnanti, quando qui sono migliaia i lavoratori che rischiano e il Governo non dice nulla – attacca Colombo -. Il 16 ottobre non andrò e spero che come me faranno anche i miei colleghi sindaci. Non si può parlare di cancellare dieci voli notturni e non parlare di Malpensa e del suo futuro. Il problema è complesso, non volgiamo che sia il territorio a pagare per le scelte senza senso di un piano industriale che non capiamo come possa essere elaborato da un cda provvisorio. Solo in Sea lavorano 4800 persone, 1200 risiedono a Gallarate, più di 600 a Somma, 500 a Cardano al Campo e 400 a Lonate Pozzolo. In più ci sono catering e altri servizi. Di questo dobbiamo discutere, come degli slot. Malpensa è al centro di un pentagono economico di importanza internazionale, con l’attivazione del “corridoio 1”, del “corridoio 5” e del “corridoio dei due mari” raggiungerà 17 milioni di bacino potenziale e 1,6 milioni di aziende, cosa che Roma si sogna: Bianchi deve venire qui».  

«Non capisco la posizione di Colombo – commenta Giorgio Merletti, sindaco di Arsago Seprio e presidente di turno del Cuv -. Mi pare faccia confusione. Quello nostro con Bianchi è un percorso che va avanti da tempo, discutiamo di cose che la Provincia ha sempre ignorato, come il rispetto del decreto D’Alema sui voli notturni o l’aumento del personale Enav a Malpensa. Il contesto è cambiato dall’ultima riunione, questo è vero, ma nessuno vuole la riduzione dello sviluppo di Malpensa. Chiediamo che il territorio sia ascoltato, non farlo fa solo il male di Malpensa. È fuori luogo non andare a Roma: se Somma Lombardo e altri Comuni non saranno rappresentati sarà responsabilità degli amministratori. Lunedì (15 ottobre) nella prossima riunione il Cuv deciderà in piena autonomia».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.