Coltellate in Belforte, un arresto per tentato omicidio

Manette ai polsi di un quaranmtunenne italiano responsabile di due fendenti ai danni di un coetaneo albanese

Tentato omicidio. E’ questa la pesante accusa che la Squadra Mobile di Varese ha mosso nella giornata di oggi, 8 ottobre, all’uomo che secondo gli inquirenti si è reso responsabile delle coltellate ai danni di un cittadino albanese. I due, entrambi quarantunenni, avrebbero avuto una lite nella tarda serata di ieri, domenica 7 ottobre. In questo caso il condizionale è d’obbligo in quanto la dinamica dell’accaduto verrà resa nota nelle prossime ore dagli stessi inquirenti.
Sta di fatto che l’arrestato, un uomo di 41 anni, italiano, avrebbe colpito con due fendenti il coetaneo albanese in viale Belforte. Ferito, l’uomo è stato aiutato da un connazionale che, poco distante dal luogo dell’aggressione, è arrivato con un’auto e lo ha trasportato  all’ospedale. Una volta al Circolo i sanitari lo hanno trattenuto nella rianimazione. Dalla Mobile fanno sapere che l’uomo è fuori pericolo, ma le modalità e l’entità dei fendenti hanno fatto scattare l’accusa di tentato omicidio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.