«Consiglio della Seprio Servizi, un’altra presa di forza del centrodestra»

Il Gruppo Ulivo della città sottolinea il rifiuto del sindaco a nominare un consigliere del centrosinistra e torna a chiedere il difensore civico

«Da questo Sindaco non potevamo aspettarci granchè». È il commento lapidario del Gruppo Ulivo di Tradate alla nomina del primo consiglio di amministrazione della Seprio Servizi, composto da tre consiglieri, tutti del centrodestra. «Ciò non toglie che non condividiamo affatto la scelta dell’amministrazione, e soprattutto le “sintetiche “ motivazioni addotte dal Primo cittadino – spiegano dal centrosinistra -. Non è segno di democrazia da parte dell’amministrazione non aver incluso nel cda nessun consigliere che faccia riferimento all’opposizione, per una società, la Seprio, che avrà funzioni sempre più importanti con il passare del tempo. Inoltre, tutto si può dire meno che il nominativo proposto dal gruppo dell’Ulivo non fosse all’altezza del compito: aveva dato la propria disponibilità un ingegnere con grande esperienza nella dirigenza di società pubbliche.

A questo punto, vista l’ingordigia di questa maggioranza, si rende imprescindibile, per una tutela maggiore dei cittadini la nomina del difensore civico».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.